Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Cilento

Oggi l’ultimo saluto a Nicole Gnarra, la 16enne deceduta dopo una caduta dalla bici

Oggi l’ultimo saluto a Nicole Gnarra, la 16enne deceduta dopo una caduta dalla bici

“Incidente poteva essere evitato se le strade non fossero in pessime condizioni”

“Incidente poteva essere evitato se le strade non fossero in pessime condizioni”

CAMPORA. Si terranno questa mattina i funerali di Nicole Gnarra, la quindicenne di Campora deceduta a seguito di una tragica caduta in bicicletta. La salma della sfortunata ragazza lascerà l’obitorio dell’ospedale San Luca per raggiungere il piccolo cento cilentano. Nella chiesa madre del paese l’ultimo saluto. Un’intera comunità sotto choc. Difficile, se non impossibile accettare una morte così assurda. Giovedì scorso Nicole insieme a delle amichette decidono di andare a fare una passeggiata. Prendono le biciclette messe a disposizione dal comune per le escursioni. Imboccano la strada che pirata a Laurino, in una curva la ragazzina perde il controllo, cade, batte la testa. La corsa disperata in ospedale. Arriva al San Luca in condizioni disperate. Viene sottoposta ad un delicato intervento chirurgico alla testa. Purtroppo le sue condizioni di salute precipitano. Dopo due giorni di ricovero nel reparto di rianimazione arriva il decesso. Troppo gravi le ferite riportate nelle caduta. Per lei non c’è strato nulla da fare. I genitori distrutti dal dolore, hanno deciso di non procedere con la donazione degli organi.

La salma del loro angelo lunedì sera è stata sistemata nella sala mortuaria del San Luca in attesa dei funerali. Sulla vicenda non c’è nessuna indagine in corso. I carabinieri di Vallo della Lucania al comando del capitano Mennato Malgieiri hanno ricostruito dei fatti. Si é tratto di un drammatico incidente che “poteva essere evitato – ripete un familiare – se le nostre strade non fossero state ridotte in pessime condizioni. Perchè questa è stata la causa, l’inesistenza di manutenzione su quella maledetta strada e il fondo stradale disconnesso”. Nicole lascia la mamma infermiera , il papà operatore ecologico e un fratellino di qualche anno più piccolo.

Distrutta anche la comunità di Vallo della Lucania dove la famiglia della piccola è ben conosciuta. I familiari hanno un attivata commerciale. La stessa quindicenne frequentava un istituto scolastico superiore nel centro cilentano. Da qualche giorno aveva salutato i compagni di classe per le vacanze estive. Dovevano ritrovarsi fra qualche mese. Invece per lei il destino ha voluto ben altro. Ha voluto strapparla per sempre all’amore dei suoi cari.

“Ciao Nicole – scrive un’amica su Facebook – questa volta purtroppo non è uno dei tuoi soliti scherzi, me l’hai fatta davvero grossa, chi si sarebbe mai aspettato una cosa del genere. Voglio ricordarti sempre con quel sorriso sulle labbra e la tua risata contagiosa”.

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri contenuti

Top