Rifiuti pericolosi dati alle fiamme, WWF: rischio inquinamento ambientale

Sul caso presentato un esposto

VIBONATI. Allarme inquinamento ambientale nel comune del Golfo di Policastro. A manifestare preoccupazione è Paolo Abbate, attivista WWF Campania che punta l’indice sulla situazione in cui versa l’area prossima all’isola ecologica di Vibonati. Qui, denuncia, “si è riscontrata la presenza di abbandono recente di rifiuti speciali pericolosi come diversi copertoni dismessi di automezzi”.
“La scarpata della pineta – spiega Abbate – risultava sgombra dei rifiuti vari denunciati giorni fa, ma la presenza evidente di vegetazione bruciata presupponeva che i rifiuti fossero stati bruciati e poi ricoperti di terra e sassi con mezzi meccanici. In alcuni punti infatti spuntavano ancora materiali non raggiunti dal fuoco o incombusti quali ferro e ceramica”.

“Che sia abitudine bruciare rifiuti sembra essere consuetudine in quest’area. Al proposito è stato ammesso anche da un assessore che giorni fa nell’area suddetta siano state avvistate fiamme”, evidenzia l’ambientalista. Polemiche vengono mosse anche sulla bonifica dell’area dall’amianto: le operazioni di bonifica, denuncia Abbate, “lasciano a nostro avviso, molti dubbi sulla bonifica prevista per legge”.

Sul caso è stato presentato un esposto alle autorità competenti.

CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Sostieni l'informazione indipendente