I dati ARPAC premiano ancora il mare del Cilento

Maggio ricco di eccellenze per le coste cilentane

Anche per il mese di maggio, il Cilento entra a pieno diritto fra le eccellenze italiane.

Il riferimento è al mare, alla qualità delle acque lungo il tratto costiero che va da Capaccio Paestum a Sapri, e l’analisi fornita dall’ ARPAC ( Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale in Campania) restituisce dei risultati straordinari.

I principali tratti della costa ( Agropoli, Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Pollica, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola, Camerota, Santa Marina, Ispani, Vibonati) vantano un’altissima qualità delle acque, indicata con il colore azzurro: “ eccellente”.

A conquistare la classificazione “ Buona” sono, ancora, due tratti del Comune di Capaccio, Villaggio Merola e Ponte di Ferro, e, più a sud, la zona del Lungomare di Sapri.

La non balneabilità si è notevolmente ridotta rispetto al mese scorso e si riferisce alla sola zona del Testene, ad Agropoli; a maggio, infatti, sarà possibile immergesi anche nelle aree che erano state interdette nei mesi scorsi come lungo la costa di Scario (dato emerso già ad Aprile), nel Comune di san Giovanni a Piro,

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).