Amministrative 2017: a Capaccio ed Agropoli arriva Luigi Di Maio

Sabato protagonista Valeria Ciarambino: accuse a “Don Franco” e al suo “compare Coppola”

Il Movimento 5 Stelle si prepara per le amministrative. Nel Cilento arrivano a portare il loro supporto europarlamentari, deputati e consiglieri regionali pentastellati.
Nella giornata di ieri primo appuntamento ad Agropoli e Capaccio Paestum. Assoluta protagonista il consigliere regionale Valeria Ciarambino che non ha mancato di attaccare duramente le amministrazioni in carica. Nel suo mirino, in particolare, è finito il sindaco di Agropoli Franco Alfieri.

“Voi siete dei servi e il vostro padrone è Don Franco Alfieri”, ha esordito la Ciarambino. Nel suo intervento il consigliere regionale ha ricordato come Alfieri sia stato etichettato come impresentabile dal Pd in consiglio regionale, salvo poi essere “nominato consigliere di De Luca e pronto ad essere capolista bloccato per il Parlamento”.
“Un feudatario – ha detto la Ciarambino – che ha deciso come continuare a governare la città con il suo compare Adamo Coppola”.

Quindi l’invito a “Votare per affermare vostra libertà in una città dove due esponenti del Pd furono cacciati perchè ebbero l’ardire di chiedere informazioni su vicende poco chiare del partito mentre chi era immischiato in queste vicende che gli sono valse indagini e rinvii a giudizio è rimasto là e domani sarà capolista bloccato in Parlamento”.

Non sono mancate anche stoccate sull’ospedale, la cui inaugurazione è stata definita “una farsa”. “Dire che ha riaperto un pronto soccorso che non esiste è pericoloso. C’è un decreto ministeriale che indica i requisiti affinché un ospedale possa essere chiamato pronto soccorso e questo non è un pronto soccorso”, ha detto Valeria Ciarambino.

Domani, intanto, sono in programma due nuovi appuntamenti con il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio: alle 18, presso il bar Galardi di Capaccio Scalo, alle 19 presso Palazzo Dogana ad Agropoli.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE