Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
In Primo Piano

Serie D, Gelbison sconfitta in casa dal modesto Cynthia

Serie D, Gelbison sconfitta in casa dal modesto Cynthia

Per i laziali vittoria di misura

Per i laziali vittoria di misura

Per ventottesima la giornata di Serie D, nel girone H, è in programma la sfida tra Gelbison e il Cynthia 1920.
I rossoblù, allenati dal tecnico Pepe e orfani dello squalificato Cappiello, ospitano, allo stadio “G.Morra” di Vallo della Lucania, i laziali penultimi in classifica con 19 punti.
I cilentani nelle ultime sei gare hanno raccolto, solo, quattro punti, allontanandosi così dalla zona play-off. Gli avversari di giornata non godono di un trend positivo lontano dalle mura amiche: in quattordici match i punti racimolati sono stati, solamente, cinque, sei le reti messe a segno, invece, lontano dal “Comunale” di Genzano.
La partita di andata fu vinta agevolmente dai vallesi per 0 a 4. I marcatori furono: Manzillo, Ferraioli, Cammarota e Yeboah.
14:59

PRIMO TEMPO
In avvio, le aspettative iniziali crollano, sulla gara sembra regnare l’equilibrio. Il Cynthia, in maglia nera, tiene bene il campo e non soffre troppo il gioco dei locali.
Gli ospiti, a dir la verità, provano a farsi vedere in zona offensiva, D’Agostino, portiere della Gelbison, però rimane inoperoso.
La prima fiammata la regalano i padroni di casa al 21′: Maggio riesce a servire Gisonni in area, la punta schiaccia troppo e la palla si perde di poco alta.
Dopo due minuti, Maggio, lanciato a rete, viene anticipato dall’uscita tempestiva di Scarzella, estremo difensore dei laziali. Il numero uno romano é bravo al 31′: botta dai 20 metri di Maggio, il centravanti mette solo la potenza nel suo destro che risulta centrale.
Nel miglior momento della Gelbison segna il Cynthia: azione sviluppata sulla destra dai laziali, Nuovo crossa in mezzo e, complice una deviazione, mette il pallone in fondo al sacco.
Nel finale di frazione Gisonni tocca il pallone a due passi dal portiere, su un disimpegno molto approssimativo della retroguardia ospite, Scarzella si ritrova la sfera tra le braccia.

SECONDO TEMPO
La ripresa inizia con un brivido per i tifosi cilentani: Bertoldi crea il panico in area, il suo cross non trova però compagni pronti al tap-in vincente.
La Gelbison si rifà viva due volte al minuto 8: prima Gisonni poi Passaro servono ottimamente Maggio, il centravanti non è bravo a concretizzare in entrambe le occasioni.
Lordi, al tredicesimo, calcia in maniera potente ma centrale, Scarzella é ancora attento.
La risposta del Cynthia arriva al 18′, Mastrantonio, dal limite, grazia D’Agostino spedendo il pallone a lato. Al 25′ é invece Bertoldi a calciare alto da buona posizione.
Alla mezz’ora la Gelbison si rende pericolosa con Gisonni, il sinistro, del numero 11, esce di poco alla sinistra di Scarzella.

Il finale é sottotono per entrambe le squadre: finisce uno a zero con una vittoria a sorpresa per il Cynthia.

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Correlati

Top