Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Attualità

Addio al dottore Graziano, da trent’anni medico nei comuni del Monte Stella

Addio al dottore Graziano, da trent’anni medico nei comuni del Monte Stella

Il cordoglio della comunità per l’improvvisa morte del “Dottore Andrea”

Il cordoglio della comunità per l’improvvisa morte del “Dottore Andrea”

SESSA CILENTO. Questa mattina silenzio e commozione profonda regnano nell’intero comune che piange la scomparsa del Dottor Andrea Pietro Paolo Graziano. Originario della frazione San Mango e dottore medico chirurgo, Graziano esercitava, da trent’anni, la professione di medico di base nei comuni di Sessa Cilento e Omignano.

Nel pomeriggio di ieri la notizia della sua scomparsa è corsa veloce lasciando sgomenti familiari, amici ed assistiti. Da sei mesi il medico combatteva con una malattia di cui nessuno, però, immaginava un così tragico e veloce epilogo. Soltanto lo scorso giugno Andrea Graziano aveva festeggiato i suoi 60 anni insieme agli amici di una vita, oggi increduli e attoniti. Nel giro di poche ore anche i social network si sono riempiti di post di cordoglio; moltissimi hanno voluto condividere sulla rete un personale ricordo di chi consideravano una persona speciale. Medico di tanti, amico di tutti: il dott. Graziano, per la maggioranza dei suoi assistiti, era innanzitutto uno di famiglia. Il suo sorriso e la sua aria sorniona e rassicurante erano, puntualmente, la prima medicina che somministrava.

Un rapporto tutto speciale, poi, era quello che riusciva a stabilire con i pazienti più piccoli: un’intera generazione di ragazzi ricorda con affetto il “dottore Andrea” che, tra pizzicotti e barzellette, era stato capace di far mandare giù – a loro ancora bambini – anche la più amara delle pillole. Professionista stimato e uomo generoso, il dott. Graziano lascerà un vuoto difficilmente colmabile sotto numerosi aspetti. Mai distante dagli eventi sociali e dalla vita politica, nei decenni addietro era stato più volte consigliere comunale. Socialista nostalgico,
” Ghino Ditacco ” , non a caso, era il nickname che si era scelto. Oltre al rosso del garofano, però, il suo colore preferito rimaneva il neroazzurro: le trasferte per seguire la squadra del cuore resteranno tra i ricordi più belli di nipoti e amici con cui le ha condivise. Amante dei viaggi, della buona tavola, della convivialità, il dott. Graziano amava, in una parola, la vita. Oggi lascia la moglie Rita, la madre, i fratelli, la sorella, i nipoti e due interi comuni per i quali la sua assenza sarà una dura realtà da affrontare.

Domani, sabato 18 febbraio, alle 09:30 si terrà il rito funebre nella chiesa Santa Maria degli Eremiti di San Mango Cilento. Sarà il formale ultimo saluto al Dottore che, certamente, continuerà a vivere tra la sua gente e i suoi pazienti che – diceva – “non lascerò mai”‘.

Correlati

Popolari

Top