Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
In Primo Piano

Serie D: match contro le pugliesi per le cilentane

Serie D: match contro le pugliesi per le cilentane

Il nuovo tecnico Sorianiello debutta sulla panchina dell’Agropoli a Gravina, Gelbison-Bisceglie è il match-clou di giornata

Il nuovo tecnico Sorianiello debutta sulla panchina dell’Agropoli a Gravina, Gelbison-Bisceglie è il match-clou di giornata

Stiamo per vivere la domenica della ventitreesima giornata del girone H di Serie D.

Subito un match su un ostico campo per il nuovo allenatore dell’US Agropoli Gigi Sorianiello, con i delfini che faranno visita al Gravina. I cilentani dovrebbero fare a meno dell’estro di Donato Capozzoli: l’elongazione alla coscia destra che lo ha tenuto fuori nello scialbo pareggio contro il Cynthia, non è stata ancora riassorbita, con l’esterno offensivo di Aquara a serio rischio di seguire i propri compagni dalla tribuna. Non sarà l’unica assenza per l’Agropoli, anche Gagliardo salterà la trasferta del Vicino, per aver rimediato la quinta ammonizione domenica scorsa. Nonostante queste due defezioni, in virtù anche del reintegro in rosa di Chiochia e Iuliano, Sorianiello

Il nuovo tecnico dell'US Agropoli, Sorianiello

Il nuovo tecnico dell’US Agropoli, Sorianiello

sembra orientato a schierare la formazione con il 4-4-2 che prevede Amelio al centro della difesa (discreta la sua prova contro il Cynthia) il quale dovrebbe fare coppia con Fiorillo. A centrocampo confermato anche il nuovo innesto De Lucia, mentre nessuna novità in attacco con l’ex tecnico del Pomigliano intenzionato a schierare la coppia Tiboni-Cherillo. La squadra di Silvestri (che ha rilevato Claudio De Luca), viene anch’essa da uno scarso periodo di forma, per quelle che sono le sue ambizioni: appena un punto conquistato nelle ultime 3 partite per i gialloblu, che dopo il rocambolesco match di Ciampino, hanno impattato 1-1 in casa contro l’Anzio e perso il derby contro il Bisceglie. Una squadra che ha complessivamente un rendimento omogeneo, anche se leggermente migliore fuori casa (21 punti) ed anche al Vicino segna meno rispetto alle gare esterne (11 contro 15). Tuttavia i gialloblu sono una formazione alla quale è molto difficile segnare: con appena 15 gol subiti è la miglior difesa del campionato. Tra i giocatori più rappresentativi troviamo il centrocampista Guadalupi, capocannoniere della squadra con 5 reti (con tanto di tripletta all’ottava giornata contro il Madrepietra). Occhio anche alla punta Picci che ha sostituito Palumbo in attacco. Sono già tre le marcature dell’ex punta della Turris da quando è arrivato in rosa a Gennaio. All’andata fu una partita piuttosto soporifera al Guariglia con i pugliesi che la spuntarono per 1-0. Gravina che farà a meno di Anaclerio, squalificato dal giudice sportivo. Arbiterà l’incontro, posticipato alle ore 15,30; il signor Spataru di Siena. Gli assistenti sono Capolupo di Matera e Di Tomaso di Isernia.

Veniamo ora al confronto tra Gelbison e Bisceglie al Morra, match-clou della sesta di ritorno. Uno scontro al vertice che dirà molto sulle ambizioni playoff dei vallesi apparsi un po’ in affanno nelle ultime partite sul piano del gioco. Il Nardò ha completato la rimonta agganciando proprio i gialloblu e la squadra di Alfonso Pepe ed ospiterà il Madrepietra in casa, un match che non dovrebbe avere storia. Ecco un altro motivo perchè il confronto con il Bisceglie assume fondamentale rilevanza. Sicuramente l’avversario è uno dei più accreditati del campionato, da molti ad inizio stagione addirittura alla vittoria del girone H. Sicuramente mister Ragno dispone di una rosa completa in ogni reparto: basti pensare al difensore Petta, al centrocampista Diop, all’esterno Partipilo probabilmente il più forte del girone, ed ai suoi attaccanti Montaldi (capocannoniere del campionato con 12 gol) e Lattanzio (9 centri finora). Le due formazioni dispongono di  due reparti avanzati in grado di andare in gol molto spesso, ma all’andata la gara venne risolta da un guizzo di Algodirin nei minuti finali. La posta in palio è abbastanza alta, ma la Gelbison non deve farsi scoraggiare. Contro le grandi del campionato i rossoblu hanno dimostrato di non sfigurare affatto, ed in casa hanno perso sinora una sola partita (il derby contro l’Agropoli). Pepe punta a recuperare un po’ di brio a centrocampo, forse il reparto apparso più in difficoltà nelle ultime gare. Davanti si affiderà come sempre al gioco aereo di Domenico Maggio che però è a secco da 5 giornate (Anzio – Gelbison 1-1). L’ex punta della Frattese dovrebbe fare coppia con Cappiello. Gelbison che farà a meno dello squalificato Lordi, espulso nella sfortunata partita di Apricena. Il resto della formazione è a disposizione con Pepe intenzionato a confermare la squadra tipo, limitandosi a sostituire l’ex terzino della Vultur. Domani mattina rifinitura al Morra, successivamente il tecnico vallese diramerà la lista dei convocati. Il big match sarà diretto da Testi di Livorno, gli assistenti sono Valente di Roma 2 e Laganà di Carrara. Fischio d’inizio alle ore 14,30.

Altri contenuti

Top