Serie D: l’Agropoli chiude il 2016 con una sconfitta casalinga

Al “Guariglia” passa il Bisceglie 2 a 1

Il 2016 dell’Agropoli si conclude con una sconfitta. Al “Raffaele Guariglia” passa il Bisceglie 2 a 1. Il primo tempo è una gara a senso unico: schema per il calcio d’inizio orchestrato dai pugliesi che dopo pochi secondi vanno già alla conclusione con Montaldi ma l’estremo difensore cilentano Montella respinge. Passano quattro minuti e ci prova Risolo dal limite ma la sua conclusione finisce alta. I neroazzurri al 10′ ci riprovano con Montaldi lanciato dalle retrovia. L’attaccante del Bisceglie supera in velocità la difesa agropolese e calcia a botta sicura ma ancora Montella risponde salvandosi in corner. Il Bisceglie fa la partita e prima della mezz’ora ci prova ancora con Lattanzio ma Mandica si immola respingendo la conclusione. Tre minuti dopo è invece Partipilo a calciare di poco alta la sfera. Il gol, però, è nell’aria e dopo una fasr di equilibrio arriva al 33′: Lattanzio tenta la conclusione, il pallone viene smanacciato da Montella e danza sulla linea, arriva Montinaro non deve far altro che appoggiarla in rete. Mister Santosuosso capisce che è il momento di cambiare ed inserisce Tiboni, rimasto inspiegabilmente in panchina. La gara a questo punto cambia volto e l’Agropoli prova a farsi vedere in avanti: al 43′ il primo tiro in porta dei bianco-azzurri con Capozzoli che però non vede lo specchio della porta; un minuto dopo l’esterno agropolese si inventa una lancio lungo per Cherillo che ben appostato di testa batta l’estremo difensore ospite in uscita: 1 a 1 e con questo risultato si va all’intervallo.

Nella ripresa il match è più equilibrato. L’Agropoli prova ad attaccare e a tratti mette in difficoltà gli ospiti. Al 10′ i padroni di casa reclamano anche un rigore per una trattenuta di Chiariello in area ma l’arbitro non concede. Dopo circa venti minuti di standby il Bisceglie riprova a farsi in avanti e al 17′ Petta di testa coglie la traversa. Col trascorrere dei minuti i neroazzurri crescono ed anche il tecnico Ragni prova con i cambi ad aiutare la sua squadra. Al 24′ la mossa vincente: fuori Montinaro dentro Cioffi. Proprio il neo entrato dieci minuti dopo approfitta di un cross di Partipilo per battere di testa Montella. Sul 2 a 1 l’Agropoli tenta il forcing ma il risultato non cambierà più.

Ti potrebbe interessare anche