Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Cronaca

Cimitero nell’incuria, M5S pronto a ripulirlo. Il sindaco: operazione populistica

Cimitero nell’incuria, M5S pronto a ripulirlo. Il sindaco: operazione populistica

Il primo cittadino agli attivisti 5 stelle: ‘se desiderate sfrenare la vostra smania di repulisti vi indicherò i luoghi dove fare piazza pulita’

Cimitero nell’incuria, M5S pronto a ripulirlo. Il sindaco: operazione populistica

Il primo cittadino agli attivisti 5 stelle: ‘se desiderate sfrenare la vostra smania di repulisti vi indicherò i luoghi dove fare piazza pulita’

VALLO DELLA LUCANIA. Esponenti del Movimento 5 Stelle pronti a ripulire il cimitero? Operazione populistica. La pensa così il sindaco Antonio Aloia dopo l’annuncio dei consiglieri pentastellati, Pietro Miraldi e Anellina Chirico, di essere pronti ad armarsi di scope, palette e tagliaerba per ripulire il campo santo, per il quale alcuni residenti avevano segnalato lo stato di incuria (iniziativa prevista per l’1 ottobre). La replica del primo cittadino non è tardata ad attivare. ”
Induce tristezza – scrive in una nota inviata ai due consiglieri – assistere al Vostro tentativo di sfruttare le emozioni che muove il luogo dedicato al riposo dei defunti ed alla pietà dei loro familiari. E fa specie che ciò provenga da chi ha amministrato negli anni scorsi accanto a noi questa Città, prima di trasformarsi in un contraffatto penta stellato, il quale sa bene, o almeno lo dovrebbe sapere, che nella zona in questione, area di ampliamento del Cimitero, è ancora in atto una trasformazione edilizia di iniziativa pubblico-privata che vedrà la realizzazione di cappelle funerarie singole e a schiera, e di loculi, alla quale sono impegnate svariate imprese e committenze private, dedite a finire le loro opere. Alla fine di tale ambizioso progetto la nostra Città si doterà di un Cimitero tra i più decorosi del territorio cilentano”.

“Ovviamente – fa presente Aloia – questa vasta area in questo momento è un cantiere. Possibile che non lo si voglia capire o accettare?Potevamo, come Amministrazione, usare la massima rigidità, chiudere la zona cantiere e non consentire l’accesso a nessuno prima della conclusione dei lavori dell’ultima cappella singola o a schiera. Avremmo potuto negare l’autorizzazione alle tumulazioni già avvenute in quell’area, da parte dei tanti nostri cittadini che non avevano altri posti per poter deporre e piangere i propri cari. Invece, con la giusta comprensione e un briciolo di pietà cristiana, abbiamo lasciato che si potesse accedere nell’area cantiere, e si potesse far uso anzi tempo delle tumulazioni solo per andare incontro alle esigenze delle famiglie che avevano completato la costruzione delle cappelle e dei loculi.

Aloia poi ricorda “che a più riprese i privati e le ditte assegnatarie dei lavori sono stati sollecitati dagli uffici competenti a mantenere pulite le zone di cantiere preservandone il loro decoro” e al contempo che l’amministrazione in carica ha già provveduto a realizzare numerosi interventi per il cimitero (Elaborazione ed approvazione Plano Volumetrico del Cimitero Nuovo; assegnazione ai privati dei lotti per la costruzione di 38 cappelle di tipo A e 80 di tipo B nel Cimitero Nuovo – Progetto Pubblico-Privato – euro 1.100.000; 256 loculi nel Cimitero Nuovo – Progetto Pubblico-Privato – euro 210.000; Illuminazione artistica del Cimitero Vecchio – I° Lotto – Progetto Pubblico-Privato – euro;
Lavori di Arredo Urbano Piazzale Cimitero; Lavori di riqualificazione del vecchio Cimitero).

“Questa – dice il primo cittadino vallese – è la politica dei fatti e non dei ciarlatani”. “Se poi – dice rivolgendosi ai consiglieri comunali del Movimento – come Cinque Stellati, desiderate sfrenare la vostra smania di repulisti, potete venire in Comune, vi indicherò, con molto piacere, i luoghi dove fare piazza pulita, delle micro-discariche abusive, purtroppo disseminate sul territorio, lì potrete appagare tutti i vostri impulsi ricevendo anche il plauso dell’Amministrazione e della Cittadinanza”. Infine l’invito “a non realizzare l’iniziativa prevista per il 1° ottobre”.

Commenti

Altri contenuti

Top