Il film sulla tragedia di Montesano premiato al Montreal Film Festival

Il film racconta la storia di Giovanna Curcio e Anna Maria Mercadante, morte in un incendio che devastò la fabbrica di materassi Bimal.

Continua a collezionare premi il film Due euro l’ora, diretto dal regista Andrea D’Ambrosio. L’ultimo riconoscimento è arrivato dal prestigioso Montreal Film Festival, giunto alla sua quarantesima edizione, dove il lungometraggio – girato a Montemarano, paese dell’Irpinia dove Giambattista Basile scrisse parte de “Lo cunto de li cunti” – si è aggiudicato il Bronze Zenith for the First Fiction Feature Film, ex-aequo con l’opera If you were here del cinese Yu Lan. Dopo l’uscita nelle sale, avvenuta nel maggio scorso, Due euro l’ora, prodotto dalla Achab Film e realizzato col contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con Rai Cinema, è stato accolto molto positivamente da pubblico e critica tanto da meritarsi riconoscimenti importanti nel panorama del cinema nazionale e internazionale. Oltre al Bronze Zenith del Festival di Montreal, ecco i premi ricevuti finora: premio Laudadio per il regista del miglior film e premio Artisti 7607 per la migliore attrice protagonista al Bif&st-Bari International Film Festival; premio per la migliore sceneggiatura al Gallio Film Festival; premio miglior film al Santa Marinella Film Festival; Arco d’oro all’Est Film Festival; premio miglior film al Molise Cinema; terzo posto al Mantova Film Festival. Dal 20 al 25 settembre Due euro l’ora sarà in concorso in Francia all’Annecy Cinéma Italien. L’opera di D’Ambrosio racconta la storia di due donne che cercano, attraverso il lavoro, un riscatto della loro condizione sociale e affettiva. Il film si avvale di un cast d’eccezione, quasi interamente campano, di cui fanno parte Peppe Servillo, Chiara Baffi, Paolo Gasparini, l’esordiente Alessandra Mascarucci, Massimo De Matteo, Patrizia Di Martino, Marianna Mercurio, Antonella Morea, Virginia Da Brescia, Davide Schiavo, Peppe Miale, Lorena Leone, e con la partecipazione, per la prima volta sullo schermo, della modella Alyona Osmanova. A impreziosire il film il montaggio di Giogiò Franchini e le musiche di Fausto Mesolella, con la dolce e suadente canzone “Tulipani”. «Provo grande soddisfazione – ha detto il regista D’Ambrosio appena saputa la notizia del premio al Montreal Film Festival – sapere che ciò che abbiamo raccontato convince il pubblico straniero, a dimostrazione che siamo stati bravi a rendere universale una piccola storia in cui le donne sono le vere eroine. Grazie al produttore, agli attori e alla squadra di professionisti e artisti che mi ha sostenuto siamo riusciti a raccontare con delicatezza l’inferno del lavoro, senza mai precipitare nel baratro della retorica».

‘Due euro l’ora’ trae ispirazione da un fatto di cronaca vero avvenuto a Montesano sulla Marcellana. Qui nel 2006 la 15enne Giovanna Curcio e la 49enne Anna Maria Mercadante, morirono in uno scantinato tra le fiamme che devastarono la fabbrica di materassi Bimal.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.