AttualitàIn Primo Piano

Niente autorizzazione per il ristorante, proprietario per protesta si trasferisce in una tenda sulla spiaggia

Il Pirata del Porto degli Infreschi resta chiuso: Giuseppe Pandolfi per protesta si trasferisce sulla spiaggia in una tenda.

CAMEROTA. Niente permesso per il ristorante, il proprietario per protesta si trasferisce sulla spiaggia, in una tenda. Accade a Marina di Camerota, presso il Porto degli Infreschi. Il comune non ha rinnovato la concessione a “Il Pirata”, un suggestivo ristorante sulla spiaggia ricercato dai turisti che possono arrivarci via mare o tramite un piccolo sentiero via terra. Il titolare, Giuseppe Pandolfi, lo scorso anno si è visto revocare la concessione demaniale per l’assenza di alcune autorizzazioni per lo svolgimento dell’attività nell’area marina protetta. Da allora nessuna notizia per l’eventuale riapertura e il Pirata di Porto degli Infreschi, a stagione estiva ormai iniziata, resta ancora chiuso. “Ho valanghe di documenti per dimostrare di non essere abusivo, ma fin ora niente”, denuncia Pandolfi. “Io avvio le procedure e loro le hanno abbandonate li omettendo passaggi obbligatori per renderle valide. Mi si accusa di opere costruite e sequestrate prima della mia nascita”, aggiunge. Da palazzo di città, però, precisano che gli enti stanno lavorando per trovare una soluzione.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it