Luoghi culturali dimenticati: c'è una nuova adesione - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Luoghi culturali dimenticati: c’è una nuova adesione

Un panorama del comune.

Nel Vallo di Diano una nuova proposta di recupero di due importanti siti nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Governo.

Luoghi culturali dimenticati: c’è una nuova adesione

Nel Vallo di Diano una nuova proposta di recupero di due importanti siti nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Governo.

Continua l’adesione dei comuni del Cilento e Vallo di Diano all’iniziativa del Governo per il recupero dei borghi culturali dimenticati. Dopo Sapri,Camerota,Centola e San Pietro al Tanagro, anche Polla ha deciso di sensibilizzare i cittadini a votare per il recupero dei propri siti storici. Si tratta della Chiesa di Santa Maria dei Greci e della Grotta. L’edificio sacro pare risalga alla metà del VI secolo. Inizialmente fu dedicata alla Madonna delle Grazie e successivamente a quella del Carmine. Al suo interno sono custodite ben nove opere del Peccheneda, tra cui la celebre “Madonna del Carmine con angeli e dannati”, oltre all’altare maggiore in marmo e ad uno in legno dedicato a san Bartolomeo. Sul muro esterno sinistro la leggenda vuole che si trovi la pietra Santa portata dai templari dalla Palestina. La grotta di Polla invece è un insediamento importante poichè presenta all’interno stalattiti e stalagmiti di grande bellezza ed anche reperti paletnologici. Al suo interno sono stati trovati anche resti di fauna quaternaria, ossa umane e frammenti risalenti all’età del bronzo. Il Governo, per il recupero dei borghi culturali dimenticati ha messo a disposizione 150 milioni di euro. La scelta dei luoghi da valorizzare verrà fatta da una giuria di esperti sulla base delle candidature inviate dagli utenti entro il 31 Maggio all’indirizzo [email protected]

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
michele_cammarano
Sanità, M5S: Chiesta audizione in Commissione su ospedale Roccadaspide

paestum
Paestum, Mibac valuta la possibilità di espropriare i terreni ad uso agricolo

tour-operator_russia
Serata di gala a Paestum per i tour operator russi alla scoperta del Cilento

Chiudi