Agropoli: ecco il tariffario per l’utilizzo del castello

Approvato dal consiglio comunale un regolamento con le modalità di utilizzo del castello angioino-aragonese e i relativi costi.

250 euro per chi vuole usare per un giorno la “Sala dei Francesi”, 700 per chi la chiede in locazione per una settimana; 1000 euro per la “Piazza d’Armi”, 500 per il fossato e parte del parcheggio. E’ questo il tariffario contenuto in un regolamento approvato dal consiglio comunale di Agropoli per il castello angioino – aragonese.

Con la sua approvazione l’amministrazione comunale mira garantire l’accesso del pubblico, assicurando adeguate condizioni di sicurezza per la sua fruizione; tutelare e conservare il bene per preservare le sue caratteristiche, valorizzarlo e diffonderne la conoscenza.

Al suo interno sarà possibile compiere attività di promozione culturale, istituzionali, merchandising, rinfreschi e ricevimenti per eventi privati, convegni, conferenze, concerti e spettacoli, mostre, esposizioni, ecc…

Per un singolo evento privato che occuperà l’intera struttura il costo sarà di duemila euro; 2500 se si utilizza anche il fossato.

Al tariffario si aggiungono ulteriori voci: 50 euro per acqua per blocco gazebi, 250 euro per eventuali pulizie a carico del comune, 100 euro per apertura o chiusura per allestimento o montaggio del castello in orario notturno.

Ai residenti di Agropoli è concesso uno sconto del 30%. Non pagheranno gli organizzatori di eventi che avranno rilievo socioculturale.

Al di la dei singoli eventi, infine, è previsto che il castello rimarrà aperto tutti i giorni ad eccezione del lunedì. Sarà la giunta comunale, con apposito atto, a definire gli orari di apertura e chiusura.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.