Golfo di Policastro, tre comuni alle urne. Si accende la polemica a Vibonati - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Golfo di Policastro, tre comuni alle urne. Si accende la polemica a Vibonati

Elezioni-comunali

A Santa Marina finisce l’era di Dionigi Fortunato. A Vibonati campagna elettorale infuocata. Tortorella senza opposizione.

Golfo di Policastro, tre comuni alle urne. Si accende la polemica a Vibonati

A Santa Marina finisce l’era di Dionigi Fortunato. A Vibonati campagna elettorale infuocata. Tortorella senza opposizione.

Sono tre i comuni del Golfo di Policastro che il prossimo 5 giugno saranno chiamati alle urne. Si tratta di Santa Marina, Vibonati e Tortorella.

Partendo dal comune più a nord, è terminata l’era di Dionigi Fortunato. Il candidato a sindaco dell’amministrazione uscente, infatti, sarà il fratello Giovanni Fortunato, già primo cittadino del centro costiero ed ex consigliere regionale della lista Caldoro Presidente. Ad affiancarlo la lista “Gruppo Fortunato” la cui composizione è stata già ufficializzata. Saranno candidati al consiglio Francesco De Biase, Demetrio Lione, Virgilio Giudice, Luca Scarpitta, Luciana La Terza, Antonio Giudice, Annalisa Croccia, Italia Pecorelli, Giuseppe Cavaliere, Girolamo De Curtis e Daniele De Franco.

A sfidare Fortunato ci penserà la dottoressa Caterina Giudice. Attorno a lei si è stretta tutta l’opposizione di Santa Marina.

A Vibonati, i rebus sembrano essere stati risolti e si potrebbe arrivare alle urne con tre  sfidanti per la poltrona di sindaco. Anna Ferraiolo è quella che ha battuto tutti sui tempi: nei giorni scorsi, infatti, ha presentato il gruppo “Voci Libere” che la sosterrà. Il candidato della maggioranza, salvo sorprese, sarà Manuel Borrelli. L’ex vicesindaco del centro del Golfo di Policastro, ha trovato l’accordo negli ultimi giorni con lo schieramento del sindaco uscente Massimo Marcheggiani. Scalzato Gianvito Padula che non dovrebbe presentare una lista autonoma.
L’accordo Marcheggiani-Borrelli ha determinato la reazione rabbiosa dell’assessore Biagio Midaglia: “Alla luce di quanto emerso in queste ultime settimane, prendo le distanze dal Sindaco Massimo Marcheggiani che ha avuto l’imperizia di trascinare nel baratro l’intero gruppo di maggioranza. E’ lui l’unico e vero responsabile di questo disastro politico. La sua carenza di leadership e carisma sono stati fatali per la nostra compagine amministrativa che ha sempre dato prova di serietà nei suoi confronti, facendo quadrato intorno a lui, sostenendolo lealmente e spesso sopperendo alla sua incapacità di relazionarsi con la cittadinanza”. Le critiche nascono proprio dall’accordo con Borrelli, “Lo stesso che fino a qualche giorno fa, aveva aspramente criticato l’operato dell’amministrazione, minando, ripetutamente, alla tenuta del nostro gruppo”.

Il terzo candidato sarà Franco Brusco, già primo cittadino di Vibonati in due occasioni tra gli anni ’80 e ’90 e assessore provinciale dal 1990 al 1992.

Infine nel piccolo centro di Tortorella non dovrebbero esserci novità. Tornerà ad occupare la poltrona di sindaco Nicola Tancredi, che cinque anni fa non potendosi candidare aveva lasciato il posto a Luigi Sampogna. Per evitare il mancato raggiungimento del quorum potrebbe essere formata una seconda lista “civetta”. Al momento l’opposizione non sembra riuscire ad organizzare una lista.

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Politica
padula_panorama
“Alimentazione e tumori”, se ne parla a Padula

studenti
Pioggia di fondi per le scuole. Nel Cilento e Diano due i comuni premiati

sindaci_bulgheria
Siglato il ‘patto del Bulgheria’. Quattro comuni insieme per lo sviluppo del territorio

Chiudi