Promozione: il Santa Maria guarda il Picciola festeggiare. Giornata no per le cilentane - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Promozione: il Santa Maria guarda il Picciola festeggiare. Giornata no per le cilentane

santamaria_picciola

Il punto sul campionato di Promozione dopo il turno infrasettimanale di giovedì.

Promozione: il Santa Maria guarda il Picciola festeggiare. Giornata no per le cilentane

Il punto sul campionato di Promozione dopo il turno infrasettimanale di giovedì.


La Polisportiva Santa Maria cede tra le mura amiche, dinanzi ad una bella cornice di pubblico, contro la Picciola, che al termine del match può festeggiare la promozione in Eccellenza. Prima della gara, i giocatori delle due squadre consegnano degli ometti pasquali ai bambini del settore giovanile della squadra giallorossa. Inoltre, viene osservato un minuto di raccoglimento per le vittime degli attentati di Bruxelles e per le sette ragazze italiane morte in Spagna in un incidente stradale. Poi, la partita, che non non tradisce le attese della vigilia. Il Picciola riscalda i motori con un tiro di De Santis non molto distante dalla porta di Serra. I giallorossi rispondono con un tiro di Pecora, a seguito di un calcio d’angolo, che termina altissimo. Vaccaro esalta poi i riflessi di Serra con una bella conclusione, ma il gioco era già fermo per fuorigioco. Dalla parte opposta, Ferraioli lancia Scarpa che stoppa bene, senza però riuscire a calciare verso la porta avversaria. Al quarto d’ora, tiro di Vergadoro, indirizzato all’incrocio, respinto da un super Serra in angolo. Lo stesso estremo difensore giallorosso respinge la minaccia avversaria sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo. Non sortisce gli effetti desiderati l’azione corale del Santa Maria che finisce con un cross tra le mani di Faggiano. Il pubblico di fede giallorossa trema ancora su una conclusione ravvicinata di Merola che termina alta. Al 23esimo fa tutto bene Ferraioli, meno nel tiro dalla distanza. Al 25esimo, Vaccaro supera Serra, ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco. Gol annullato al 32esimo, sempre per fuorigioco, a Ferraioli, che era stato bravo a superare Faggiano. Al 36esimo ancora l’ex Nocerina ci prova con un tiro bloccato senza problemi da Faggiano. Ed è sempre lui, con un tiro dal limite dell’area di rigore, a sfiorare l’incrocio. La seconda frazione di gioco si apre con un tiro debole di Merola. I giallorossi di mister Nicoletti rispondono con un calcio di punizione, seppure non pericoloso, battuto da Ferraioli. Ma è ancora una volta il solito a Serra a togliere le castagne del fuoco, respingendo in angolo il tiro di Merola. Sessanta secondi dopo ferma anche Vaccaro. La punizione di Guerrera è respinta, invece, con i pugni da Serra. Dalla parte opposta, al 23esimo, ha una clamorosa occasione Rossi che non riesce, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, a correggere la sfera in rete. Gol mancato, gol subito. Al 27esimo arriva, infatti, il vantaggio del Picciola con un tiro dai 25 metri che scavalca Serra. Reazione immediata del Santa Maria che non riesce a trovare il pari con un colpo di testa. Nel finale, poi, negato un rigore al Santa Maria per un fallo di mano della difesa del Picciola. Al triplice fischio, la Picciola può festeggiare la vittoria del campionato, mentre la Polisportiva a Santa Marica ricaricare le batterie per affrontare le ultime tre gare di campionato e poi i play-off.

Nelle altre gare nessuna vittoria per le compagini cilentani e valdianesi. La Calpazio, nella partita in cui poteva confermarsi in lotta per i play off perde contro l’ostica Giffonese con il punteggio di 2 a 1. Il risultato si decide nel primo tempo con Elia e Picariello. Nella ripresa Vaccaro al 35′ sigla il 2 a 1 ma il recupero non riesce. Pari tra Poseidon e Cannalonga: un gol per tempo decide il match. Dopo un quarto d’ora ospiti in vantaggio con Barone. In avvio di ripresa Doti sigla l’1 a 1. Il risultato non cambierà più, le due compagini sembrano accontentarsi. Pari anche tra Real Aversana e Sassano. Le reti della partita arrivano nell’ultimo quarto d’ora: Sassano avanti con Cirillo, pareggio a cinque minuti dal termine di Ciotti. Sconfitta a Pandola del Buccino. Liguori e Soriente affondano la formazione di mister Tudisco. Perde ancora anche la Vigor Castellabate, 2 a 0 sul campo del fanalino di coda Olympic Salerno che sorpassa e lascia la squadra di Cianfrone all’ultimo posto. A Pontecagnano vittoria del Salernun per 3 a 2.

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Sport
santa_lucia
I proventi della sagra per restaurare la chiesa: dopo vent’anni missione compiuta

carabinieri-auto
Furto di energia elettrica, sette denunce

campo_calcio
Eccellenza: il Valdiano si rialza e inguaia la Scafatese

Chiudi