Negli spermatozoi tracce di inquinanti: la ricerca shock anche nel Cilento e Diano - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Negli spermatozoi tracce di inquinanti: la ricerca shock anche nel Cilento e Diano

laboratorio_analisi-700

Negli spermatozoi la traccia degli inquinanti ambientali. Gli studi condotti tra Terra dei Fuochi, Cilento e Vallo di Diano.

Negli spermatozoi tracce di inquinanti: la ricerca shock anche nel Cilento e Diano

Negli spermatozoi la traccia degli inquinanti ambientali. Gli studi condotti tra Terra dei Fuochi, Cilento e Vallo di Diano.

SALERNO. Una ricerca di EcoFoodFertility ha trovato danni nel DNA del liquido seminale di uomini in età fertile selezionati nell’area della Terra dei Fuochi e, più a sud, del Cilento e Vallo di Diano. Lo studio, proposto e messo in atto dal responsabile di andrologia dell’Asl di Salerno Luigi Montano, ha esaminato gli spermatozoi di 175 uomini (70 residenti nella terra dei fuochi e 105 nel Cilento e basso salernitano). Le persone scelte per l’esame possiedono un tenore di vita regolare e sano. Lo studio ha evidenziato alterazioni del liquido seminale e danni al Dna degli spermatozoi statisticamente significativi in base alla zona di residenza. Con un’altra tecnica di studio del Dna sono stati poi esaminati altri 33 pazienti. Anche questo secondo gruppo di analisi ha dato conferma del dato.

“I primi risultati emersi da uno studio preliminare e retrospettivo – avverte Montano – indicano una maggiore percentuale di danni al DNA degli spermatozoi nella popolazione maschile residente nei territori della Terra dei fuochi”. Lo studio è stato condotto su 175 uomini in età fertile selezionati per abitudini di vita sane (non fumatori, non bevitori, non obesi, non esposti professionalmente)”.

“Trattandosi di uno studio retrospettivo – aggiunge Montano – si è partiti da campioni biologici già acquisiti in laboratori delle zone sotto osservazione (Terra dei fuochi e acerrano da un lato e Vallo di Diano e Cilento dall’altro) nell’ambito di protocolli antisterilità di coppia già precedentemente avviati”.

Lo sperma è un rilevatore della qualità ambientale dove si vive e una sorta di vigilante della salute dell’uomo, quindi è in grado di prevedere future patologie legate sia agli inquinamenti ambientali sia ad abitudini di vite errate.
Sono partite nuove ricerche ed esperimenti, per valutare il liquido di uomini provenienti da aree ad alto impatto di inquinamento in Italia e a livello internazionale. La nuova ricerca si basa attraverso campioni di uomini che seguono una dieta a base di frutta e verdura biologica con nutrienti selezionati in prevenzione del rischio di malattie.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
polizia_notte
Controlli nei locali della movida salernitana: multe per 10mila euro

castellabate_santamaria
Meteo: temperature in rialzo su Cilento e Vallo di Diano. Nuovo allarme inquinamento

biomasse_capaccio
Capaccio: anche dai comuni limitrofi “no” alle biomasse. “E’ ora di muoversi”

Chiudi