Minacciano di svelare un tradimento: coppia in manette - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Minacciano di svelare un tradimento: coppia in manette

A smartphone user shows the Facebook application on his phone in the central Bosnian town of Zenica, in this photo illustration, May 2, 2013. Facebook Inc said July 24, 2013 that revenue in the second quarter was $1.813 billion, compared to $1.184 billion in the year ago period.  REUTERS/Dado Ruvic /Files (BOSNIA AND HERZEGOVINA - Tags: SOCIETY SCIENCE TECHNOLOGY BUSINESS)

Minacciavano un salernitano di rilevare i suoi tradimenti alla fidanzata. Coppia finisce in manette.

Minacciano di svelare un tradimento: coppia in manette

Minacciavano un salernitano di rilevare i suoi tradimenti alla fidanzata. Coppia finisce in manette.

GIFFONI SEI CASALI. Questa notte, i carabinieri della Compagnia di Battipaglia, diretti dal cap. Erich Fasolino, a conclusione di attività investigativa avviata nella serata precedente, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di estorsione continuata in concorso, il 32enne Raffaele Imperato di Minori, celibe pregiudicato di professione skipper, e la 19enne salernitana Federica Altamura.
La coppia, in forma anonima attraverso il social network Facebook, aveva richiesto, a più riprese e dietro continua minaccia, la somma contante di 200 euro ad un 20enne salernitano, residente a Giffoni Sei Casali, al fine di non rivelare alla sua ragazza alcune relazioni sentimentali, tra cui quella con la citata Altamura, fidanzata con l’Imperato.
A seguito della denuncia della vittima, i carabinieri, nel corso di un servizio di osservazione dedicato, bloccavano, alle ore 22:30 di ieri, in Via Alfonso Gatto di Salerno, gli autori dell’estorsione mentre si allontanavano a bordo dell’Alfa Romeo 147, in loro uso, con la somma appena intascata dopo averla prelevata da un cartone per la pizza predisposto dagli stessi all’ingresso di una nota località balneare salernitana, adibita, in estate, anche a discoteca (in foto). I soldi, subito recuperati, sono stati restituiti al denunciante. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti alla Casa Circondariale di Fuorni.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
auditorium_casalbuono2
Bando per l’auditorium intitolato a Massimo Troisi

vincenzo_de_luca
De Luca incontra i Prefetti: intesa sui fondi europei per la sicurezza

maltrattamenti_scuola
Presunti maltrattamenti alla scuola di Caselle in Pittari, domani l’udienza

Chiudi