Basket A2: Agropoli da sogno, travolta Scafati - Info Cilento
Casa San Pio
Spazio Disponibile
Scuola Nuova
In Primo Piano

Basket A2: Agropoli da sogno, travolta Scafati

Basket A2: Agropoli da sogno, travolta Scafati

Serviva una gara perfetta per battere la capolista e cosi è stato. Dopo aver disputato il miglior match della stagione la Bcc Basket Agropoli ha travolto 100 a 88 la Givova Scafati, raggiungendola in vetta alla classifica. In un “Pala Di Concilio” gremito in ogni ordine di posto, con circa 1200 persone presenti all’interno dell’impianto, fin da subito si è assistito ad un incontro spettacolare dove i due team si sono affrontati a viso aperto a suon di schiacciate devastanti e triple chirurgiche. Pronti, via ed è subito gara punto a punto: un eroico Santolamazza fa subito esplodere dall’arco i suoi tifosi e firma i primi tre punti dell’incontro. Gli ospiti ci sono e lo dimostrano con le giocate funamboliche del folletto Mayo ben coadiuvato dal lungo di colore Simmons. Roderick è una pedina insostituibile per i padroni di casa, un gigante nei rimbalzi difensivi e una furia nelle azioni d’attacco agropolesi spesse chiuse dai tap-in vincenti di un super Trasolini. Il primo quarto vede gli ospiti chiudere avanti di quattro lunghezze, ma l’obiettivo di Paternoster è rimanere attaccato agli avversari per poi provare l’allungo finale. Il secondo quarto si apre col parziale di 6-0 chiuso da un ottimo Carenza per l’Agropoli che riesce a mettere la testa avanti, ma i pick and roll micidiali  tra Mayo e Simmons fruttano tanti punti per la Givova, ancora avanti seppur appena di un punto all’intervallo (48-49). Il pubblico caloroso di casa incita i suoi beniamini, ansiosi di riscattare la sfortunata sconfitta di Biella. Al rientro in campo le due squadre continuano a battersi alla pari, con Stefano Spizzichini onnipresente tra le fila agropolesi che vince nettamente il duello in famiglia col fratello Gabriele. Scafati resta avanti di una sola lunghezza a 10′ dal termine, lasciando presagire un finale palpitante. E’ nell’ultimo periodo che si compie il vero e proprio capolavoro targato Agropoli: dopo i due punti in apertura di Simmons, due jumper a testa di Carenza e Trasolini regalano il parziale di 8-0 ai cilentani che riescono ad allungare sul +7 (77-70). Scafati sembra poco lucida e frastornata anche dal rumore assordante del palazzetto di casa, Agropoli, invece, sulle ali dell’entusiasmo vuole a tutti i costi portare a casa l’intera posta in palio. A 4′ minuti dal termine la tripla del capitano Santolamazza, spietato dall’arco  indirizza definitivamente la partita sulla sponda agropolese, mentre dall’altra parte Mayo va fuori per falli. I minuti finali servono solo a sistemare il punteggio, con gli agropolesi in grado di raggiungere i 100 punti realizzati grazie al libero di Tavernari allo scadere. La gara termina con una vittoria strameritata per l’Agropoli, dominante a rimbalzo (48-30) e vera e propria macchina da punti in attacco. Una partita eccezionale,  quella della matricola terribile, salutata dal tripudio generale di una città che ora sembra impazzire per il basket.

AGROPOLI – SCAFATI 100-88 (17-21 31-28 17-17 35-22)

AGROPOLI: Santolamazza 19, Trasolini 24, Spizzichini 15, Roderick 19, Tavernari 5, Merella n.e. , Pecora, Bovo n.e. , Bolpin 2, De Paoli n.e. , Carenza 14, Di Prampero 2. All. Paternoster

SCAFATI: Portannese 19, Baldassarre 3, Mayo 16, Simmons 19, Loschi 11, Crow 9, Spizzichini 2, Rezzano 9, Melillo, Matrone n.e. All. Perdichizzi

Ti suggeriamo di leggere

Top
Altro... In Primo Piano, Sport
Castellabate, “due abati” e “due patroni”: “San Costabile” e il “Beato Simeone”

Museo del Grand Tour, la direttrice: “Pronti a trasferirci altrove”

Calcio, Prima Categoria: nessuno ferma il Santa Cecilia

Chiudi