Vibonati: al via il progetto di volontariato sociale “Star bene" - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Vibonati: al via il progetto di volontariato sociale “Star bene”

Vibonati_Panorama
Vibonati: al via il progetto di volontariato sociale “Star bene”

A Vibonati parte da oggi, venerdì 13 novembre, il progetto del Servizio Civile Nazionale denominato “Star bene”, sotto la coordinazione del delegato alle Politiche Sociali Pasquale Fusi. Volto prettamente all’assistenza agli anziani, il suddetto progetto impiegherà 4 volontari che non superano i 29 anni d’età, residenti nel comune, i quali per un anno intero a partire da oggi, saranno alle prese con le varie attività da svolgersi previste dall’SCN.

In particolare, il dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha rilevato che le strutture sanitarie e ospedaliere più vicine agli anziani, nei territori a sud della provincia di Salerno, ubicano a molti chilometri di distanza dagli stessi, e sono raggiungibili con un trasporto pubblico di intermittenza; oltretutto ha rilevato, entro i confini del Cilento, la presenza di un modesto numero di anziani soli e senza cura domiciliare. Per questo, i volontari coinvolti nel progetto “Star bene”, realizzeranno anzitempo una mappatura degli anziani ultrasessantacinquenni a cui rivolgere un aiuto, coadiuvati dall’assistente sociale del Piano Sociale di Zona, e dall’olp, ossia l’operatore locale di progetto. Quello che il servizio civile si prefigge quale scopo è la partecipazione alla vita sociale degli anziani, la disponibilità a far loro compagnia, sempre secondo i criteri di approccio dettati dall’assistente sociale; previsti sono il disbrigo di piccoli impegni mattutini a favore degli anziani, come il fare la spesa, occuparsi del pagamento delle bollette, e compiere piccole commissioni incluso il disbrigo di pratiche amministrative, l’accompagnamento fuori casa, in uffici, il ritiro di pensione, e visite presso parenti ed amici, nonché partecipazione a feste, sagre, eventi sportivi, messa domenicale e/o giornaliera, con un accordo tra l’olp, l’assistente sociale e l’anziano affidato al volontario, secondo orari che verranno fissati su di un calendario. Non ultima sarà l’organizzazione di interventi e attività di animazione e promozione. È un anno, quello di questo progetto, durante il quale i ragazzi avranno modo di riflettere sul da farsi nel loro immediato futuro, attraverso pratiche di volontariato e di socializzazione, volte alla scoperta di sé stessi.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
ospedale_polla_pronto_soccorso
Sanità nel Vallo di Diano: sindacati polemici contro Asl e Regione

internet
Sempre più italiani scelgono il web: ecco i dati

mensa_bambini
Cilento: protesta alla mensa, “il cibo non piace ai bimbi”

Chiudi