Svaligiarono delle slot machines, incastrati grazie alle telecamere

Misero a segno un furto lo scorso settembre. Nell’occasione svaligiarono delle slot machines rubando circa tremila euro. Incastrati dalle telecamere.

A termine di attività di indagine, i militari della stazione di Buonabitacolo, coordinati dalla compagnia carabinieri di Sala Consilina, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lagonegro due uomini, rispettivamente di 26 e 41 anni, residenti nel Vallo di Diano, per furto aggravato.

I due, con volto coperto, infatti, lo scorso fine settembre, si sono introdotti all’interno di una sala slot, di un bar sito a Montesano sulla Marcellana, frazione Scalo, ed hanno scassinato con dei piedi di porco 7 slot machines, impossessandosi di circa 3000 euro in monete.

I militari, nonostante la coppia avesse cercato di manomettere le telecamere e fosse travisata, sono riusciti a risalire all’identita’ dei malviventi, già noti alle forze dell’ordine, osservando nel dettaglio la loro conformazione fisica e il modo di camminare.

Oltre a essere stati recuperati gli attrezzi utilizzati per lo scasso e gli indumenti indossati da uno dei due al momento del furto, il 26 enne e’ stato anche denunciato per detenzione di droga, essendo stato trovato in possesso di 15 grammi di hashish, sequestrati.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.