Vallo della Lucania: bilancio ok, ma è polemica

Approvato il bilancio, il comune di Vallo della Lucania evita lo scioglimento ma è polemica contro l’amministrazione guidata da Toni Aloia.

VALLO DELLA LUCANIA. Il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2015 evitando così lo scioglimento “minacciato” dalla Prefettura per il mancato rispetto dei tempi. La pubblica assise, particolarmente animata, si è tenuta nel pomeriggio di ieri. A relazionare sul tema il capogruppo di maggioranza Celestino Sansone. Successivamente è toccato all’opposizione fare i propri rilievi. Emilio Romaniello ha messo in evidenza il disavanzo registrato dalle casse comunali che dovrà essere ripianato nei prossimi 40 anni con un esborso di 36mila euro annui.

Polemiche anche da parte dell’ex assessore al bilancio Pietro Miraldi. «In extremis la maggioranza ha approvato un preventivo senza infamia e senza lode – ha commentato – ciò ha comportato la mancata possibilità di diminuire i tributi comunali,era possibile farlo se l’approvazione del bilancio fosse avvenuta nei termini».

«Questo – ha aggiunto Miraldi – è l’ultimo bilancio che approva Aloia, e credo che tutti i cittadini tireranno un sospiro di sollievo; anche ieri ai numerosi quesiti rivolti dalla minoranza e dal sottoscritto e nessuna risposta. È triste non avere un interlocutore, il delegato al bilancio, avv. Sansone, si è limitato a “dare i numeri” addormentando i cittadini presenti».

Il consiglio comunale ha affrontato anche un altro tema, particolarmente sentito, a Vallo della Lucania: la chiusura al traffico di piazza Vittorio Emanuele. I commercianti, infatti, chiedevano la disponibilità a riaprire il transito alle auto ma ogni decisione è stata rinviata ad un incontro fissato per martedì prossimo.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.