«La scuola è morta», necrologi satirici all'ingresso degli istituti salernitani - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

«La scuola è morta», necrologi satirici all’ingresso degli istituti salernitani

scuola_protesta

Continuano le polemiche per la riforma della scuola. In questi giorni dei necrologi satirici sono stati trovati affissi dinanzi gli istituti scolastici salernitani e cilentani.

«La scuola è morta», necrologi satirici all’ingresso degli istituti salernitani

Continuano le polemiche per la riforma della scuola. In questi giorni dei necrologi satirici sono stati trovati affissi dinanzi gli istituti scolastici salernitani e cilentani.

«Si è spenta, assassinata dal Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e da tutto il Governo Renzi, la SCUOLA PUBBLICA ITALIANA”. Ne danno il triste annuncio tutti gli studenti italiani, dimenticati e non menzionati nella riforma della ‘Buona Scuola’».
Ecco quanto riportato sui necrilogi simbolici affissi davanti ai cancelli e ai portoni di molti istituti superiori della provincia di Salerno all’alba dell’inizio del nuovo anno scolastico.

I militanti del coordinamento provinciale salernitano di Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d’Italia, hanno voluto così manifestare il proprio sdegno contro la riforma della ‘Buona Scuola’ approvata lo scorso luglio.
“In realtà – spiegano è l’estrema unzione alla pubbica istruzione che sta perdendo la sua accezione ‘pubblica’ visto che tale riforma ne prevede una gestione aziendale attraverso logiche clienterali tipiche di chi ha partorito questa mostruosità”.
Si preannuncia un autunno caldo: “Saremo intransigenti contro chi approva porcate quali il nuovo isee e l’insegnamento della teoria gender che calpestano il sacrosanto diritto allo studio e non mancheranno, come sempre, dei nostri gesti di solidarietà verso chi viene ‘mercificato e mortificato’”, sottolineano da Gioventù Nazionale.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità
Angelo Vassallo
Omicidio Angelo Vassallo: «Non è stato ucciso dalla camorra»

piscina
Agropoli, il 19 settembre aprirà la piscina

castello_agropoli
La cucina protagonista del Settembre Culturale ad Agropoli

Chiudi