Il volto di Angelo Vassallo sulla facciata di Palazzo Reale a Napoli

NAPOLI. C’è anche il volto del sindaco di Pollica Angelo Vassallo tra le 106 gigantografie raffiguranti alcune delle 335 vittime innocenti della criminalità organizzata campana che sono state ammazzate tra il 1909 e il 2014 e che campeggiano da circa due mesi a Palazzo Reale, oggetto di lavori di restauro.

L’iniziativa si intitola #NONINVANO ed è partita dalla Fondazione Polis, Regione Campania, Libera e Coordinamento campano dei familiari delle vittime della camorra. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini al tema della malavita e per ricordare a tutti che bisogna stare sempre dalla parte dell’onestà perchè “questi uomini e queste donne non sono morti invano”.

Le fotografie sono state esposte anche sulle facciate del Palazzo della Regione a via Santa Lucia, a via Raffaele De Cesare, via Marino Turchi e via Generale Orsini e cattureranno per la loro grandezza l’attenzione e la memoria di passanti e turisti.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Sergio Pinto

Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.