Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Istituto Merini
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Cineteatro De Filippo nel circuito regionale del Teatro Pubblico Campano

Cineteatro De Filippo nel circuito regionale del Teatro Pubblico Campano

Il Cineteatro “Eduardo De Filippo” di Agropoli entra nel circuito regionale del Teatro Pubblico Campano, mentre la direzione artistica è stata affidata all’attore professionista Pierluigi Iorio. Con queste due scelte del gestore della struttura, alle quali l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Alfieri ha aderito formalmente con una delibera di giunta, prende il via ufficialmente la programmazione della rassegna teatrale autunno-inverno 2015-2016. A breve, infatti, sarà definito e pubblicizzato il cartellone degli spettacoli che andranno in scena sul palco del cineteatro inaugurato nel dicembre 2014.
«L’obiettivo è inserire il cineteatro De Filippo in un circuito virtuoso che possa garantirci la promozione di appuntamenti culturali e teatrali di qualità e di spessore nazionale – afferma il sindaco di Agropoli Franco Alfieri – E’ già un bilancio positivo quello dei primi mesi di apertura, avendo registrato il tutto esaurito per i primi spettacoli teatrali, in particolare di Biagio Izzo e Carlo Buccirosso, così come per la programmazione cinematografica primaverile. Riteniamo importante per un reale lancio del teatro l’affiancamento di professionisti del settore. Per questo abbiamo sostenuto la decisione dei gestori di aderire al Teatro Pubblico Campano, associazione leader nell’organizzazione e distribuzione di spettacoli nella Regione, e la nomina nel ruolo di direttore artistico di Pierluigi Iorio, un nostro concittadino da anni apprezzato attore a livello nazionale».
Il cineteatro Eduardo De Filippo è stato realizzato dall’amministrazione comunale di Agropoli che, nell’ambito di un massiccio programma di riqualificazione e trasformazione urbana, ha posto negli ultimi anni grande attenzione alla cultura, quale leva di crescita sociale ed economica. Si tratta di un’opera epocale, attesa da decenni, finanziata completamente con fondi comunali, attrezzata sia per il teatro che per il cinema, con una sala da 500 posti.

Top