Ecco il bilancio delle fiamme gialle per il 2014 - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Ecco il bilancio delle fiamme gialle per il 2014

guardia-di-finanza
Ecco il bilancio delle fiamme gialle per il 2014

Tutela della Spesa Pubblica, lotta alle frodi, all’evasione fiscale, alla criminalità organizzata ed economica, contrasto ai traffici illeciti: questi i fenomeni al centro dell’attività della Guardia di Finanza nel 2014 per i gravi danni che producono al bilancio dello Stato, dell’Unione Europea, delle Regioni e degli Enti locali, alterando anche la concorrenza tra imprese.

L’utilizzo delle informazioni contenute nelle banche dati e negli applicativi informatici recentemente messi a disposizione dei Reparti ha consentito, da un lato, di adottare metodologie di controllo calibrate sulle varie tipologie di contribuenti e tecniche evasive, dall’altro, di ridurre ulteriormente l’incidenza delle attività ispettive su imprenditori e professionisti, in linea con le direttive emanate dall’Autorità di Governo.

Sul versante delle “uscite”, l’azione delle Fiamme Gialle nel 2014, si è rivelata essenziale per migliorare l’efficienza dell’apparato pubblico e assicurare il corretto impiego delle risorse statali e comunitarie, nella consapevolezza che prevenire e reprimere sprechi ed abusi garantisce l’erogazione di servizi più efficienti.

Particolare attenzione è stata rivolta al contrasto della criminalità organizzata e degli illeciti che, minando alla radice il tessuto socio-economico, impediscono alle imprese oneste di competere in modo leale e virtuoso.

Si tratta di fenomenologie complesse che l’Istituzione persegue con sistematicità, mirando anche all’aggressione dei patrimoni.

I risultati conseguiti attestano l’impegno e la professionalità con cui, ogni giorno, le Fiamme Gialle si adoperano per la tutela della legalità, contribuendo – in tal modo – a ridare slancio e competitività all’economia “sana”.

RISULTATI CONSEGUITI

IL CONTRASTO ALLE FRODI FISCALI E ALL’ECONOMIA SOMMERSA

In tale settore, da sempre obiettivo prioritario del Corpo, l’attività ispettiva, svolta nel quadro di piani operativi pianificati a livello centrale, è stata sviluppata nelle diverse aree del territorio salernitano, tenendo conto delle dinamiche economiche locali, attraverso un approccio trasversale alle investigazioni diretto a colpire in modo unitario tutti gli aspetti di illegalità connessi alle violazioni tributarie ed il ricorso sistematico a tutti gli strumenti previste dalla legge diretti a cautelare i beni costituenti il frutto dell’evasione fiscale.

CONTRASTO ALL’EVASIONE FISCALE E AL SOMMERSO

 

  • TIPOLOGIE DI INTERVENTO

Verifiche ai fini II.DD., I.V.A. e altri tributi 635

Controlli fiscali 700

Controlli strumentali e su strada 7.803

  • REATI TRIBUTARI SCOPERTI

Soggetti denunciati 354

– di cui in stato d’arresto 3

  • SEQUESTRI PATRIMONIALI PER REATI TRIBUTARI

Valori sequestrati €.1.929.351

Valori proposte di sequestro €. 313.619.563

  • FENOMENI SCOPERTI

Casi di Fiscalità internazionale (n.) 11

Evasori Totali (n.) 137

Irregolarità controlli strumentali 56%

  • SOMMERSO DI LAVORO

Lavoratori in nero scoperti 249

Lavoratori irregolari scoperti 48

 

LA VIGILANZA SULLA SPESA PUBBLICA

CONTROLLO SULLA SPESA PUBBLICA E NEL CONTRASTO AI REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

è proseguito l’impegno del Corpo nell’ambito del dispositivo di controllo anti-frode dei flussi di spesa, del tutto speculare rispetto a quello previsto per la tutela delle entrate fiscali.

L’azione delle Fiamme Gialle si è concentrata su tutte le più significative voci di spesa pubblica: dai contributi alle imprese di origine nazionale ed europea, ai finanziamenti del servizio sanitario nazionale, dalle risorse utilizzate per gli appalti pubblici a quelle relative al sistema previdenziale.

  • FRODI NELLA RICHIESTA/PERCEZIONE DELLE RISORSE A CARICO DEL BILANCIO DELL’UNIONE EUROPEA

Interventi eseguiti 65

Persone denunciate 45

Contributi indebitamente percepiti/richiesti €. 3.245.549

Contributi controllati €. 8.518.199

  • FRODI NELLA RICHIESTA/PERCEZIONE DI INCENTIVI NAZIONALI

Interventi eseguiti 33

Persone denunciate 56

Contributi indebitamente percepiti/richiesti €. 2.478.212

Contributi controllati €. 26.672.978

  • SPESA PREVIDENZIALE

Interventi eseguiti 18

Persone denunciate 10

Violazioni riscontrate 11

Tributi evasi €. 61.832

  • SPESA SANITARIA

Interventi eseguiti 39

Persone denunciate 19

Violazioni riscontrate 40

Tributi evasi €. 380.423

  • REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Interventi eseguiti 29

Persone denunciate 44

  • RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA PER DANNI ERARIALI

Interventi eseguiti 29

Persone segnalate 201

Danni erariali segnalati €. 36.705.277

  • PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE E TICKET SANITARI

Interventi eseguiti 177

– di cui irregolari 138

Persone verbalizzate 107

 

L’ATTIVITÀ ANTI-CONTRABBANDO NEL SETTORE DOGANALE E DEI PRODOTTI ENERGETICI

La Guardia di Finanza è anche impegnata sul fronte della lotta alle frodi in materie di accise e di altre imposte indirette sulla produzione e sui consumi, con il duplice scopo di tutelare il gettito assicurato all’Erario e di preservare la correttezza del mercato.

ATTIVITÀ DI POLIZIA DOGANALE

Interventi 44

Soggetti denunciati 70

Violazioni riscontrate 51

  • PRINCIPALI GENERI SEQUESTRATI:

Tabacchi lavorati esteri (kg.) 9.725,089

– di cui cheap white (kg.) 67,87

Mezzi terrestri e navali (n.) 2

SERVIZI IN MATERIA DI ACCISE

Interventi effettuati 53

  • PRODOTTI SEQUESTRATI:

Prodotti energetici (kg.) 94.235

  • ACCERTATO CONSUMO IN FRODE:

Prodotti energetici (kg.) 6.818.654

 

LA LOTTA AL GIOCO ILLEGALE

Nell’ambito di tale settore l’attività del Corpo, oltre a tutelare il gettito complessivo derivante dalla raccolta di giochi e scommesse, punta a contrastare le forme di concorrenza sleale a danno degli operatori onesti da parte di offerte clandestine ed a tutelare le fasce più deboli dei consumatori, prime fra tutte i minori, sia sulla regolarità del gioco che sulle probabilità di vincite.

ATTIVITÀ A TUTELA DEL MONOPOLIO STATALE DEL GIOCO E DELLE SCOMMESSE

Interventi 315

– di cui irregolari 176

Violazioni riscontrate 300

Soggetti verbalizzati 411

  • PRINCIPALI GENERI SEQUESTRATI:

  • Apparecchi e congegni da divertimento ed intrattenimento 81

  • Somme in denaro €. 87.861

  • Immobili 54

 

L’AGGRESSIONE AGLI INTERESSI ECONOMICO PATRIMONIALI DELLA CRIMINALITÁ ORGANIZZATA ED AL RICICLAGGIO

Nella lotta alla criminalità organizzata, anche di stampo camorristico, la Guardia di Finanza mette in campo sia unità operative altamente specializzate (G.I.C.O. – Gruppo d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata del Nucleo pt di Salerno) che le migliori risorse professionali dei Reparti territoriali della provincia.

L’obiettivo di fondo è colpire la delinquenza organizzata nel cuore dei propri interessi economici e patrimoniali, attraverso l’individuazione ed il conseguente sequestro di beni e ricchezze riconducibili a soggetti indagati o indiziati di reati di mafia ovvero responsabili di reiterati delitti di natura economica e finanziaria, nonché ai loro prestanome.

LOTTA ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA ED ECONOMICO-FINANZIARIA

  • ATTIVITà ISPETTIVA ANTIRICICLAGGIO

Ispezioni 2

Controlli 3

Persone denunciate 5

Violazioni amministrative accertate 1

Violazioni penali accertate 3

  • APPROFONDIMENTO DELLE SEGNALAZIONI PER OPERAZIONI SOSPETTE

Approfondite 396

Procedimento penale esistente 116

Esito Contestazioni amministrative 8

Contestazioni penali 1

  • CONTRASTO AL RICICLAGGIO

Interventi eseguiti 64

Persone denunciate 140

– di cui in stato d’arresto 5

  • CONTRASTO ALL’USURA

Interventi eseguiti 8

Persone denunciate 50

  • TUTELA MERCATI FINANZIARI

Interventi eseguiti 9

Soggetti denunciati 20

Reati Fallimentari Sequestri 0

Interventi eseguiti 7

Reati Societari Soggetti denunciati 18

Sequestri 0

Interventi eseguiti 8

Reati Bancari Soggetti denunciati 12

e Finanziari Sequestro 0

  • FALSO MONETARIO

Interventi eseguiti 12

Persone denunciate 11

– di cui in stato d’arresto 2

Sequestri €. 25.034

  • CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

Accertamenti patrimoniali 139

Soggetti controllati 278

– di cui persone fisiche 202

– di cui persone giuridiche 72

Proposte di sequestro €. 200.007.320

Sequestri €. 189.972.796

Confische €. 53.304.927

LA TUTELA DEI DIRITTI DI PROPRIETÁ E DEI CONSUMATORI

La lotta a tale fenomeno comporta una linea di azione su più fronti: proteggere i consumatori garantendo il corretto funzionamento del mercato, arginare uno dei canali di alimentazione della criminalità economica, debellare cospicue sacche di evasione fiscale e di lavoro irregolare e tutelare il “made in Italy”.

CONTRASTO ALLA PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI

Interventi eseguiti 144

Persone denunciate 133

Prodotti sequestrati (n.) 772.705

– di cui per contraffazione 673.246

– di cui per violazione normativa sicurezza prodotti 90.976

– di cui per violazione normativa made in Italy 87

– di cui per violazione normativa diritti d’autore 8.396

Valore prodotti sequestrati €. 2.540.717,74

IL CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI

Il dispositivo di concorso alla sicurezza interna ed esterna del territorio, è assicurato dai Reparti della provincia attraverso un’ampia azione di contrasto ai traffici illeciti, non solo di merci di contrabbando e contraffatte, ma pure di stupefacenti, rifiuti e armi.

CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI

  • CONTRASTO AL TRAFFICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI RISULTATI PRINCIPALI

Persone denunciate 95

– di cui in stato d’arresto 48

Sostanze sequestrate (kg.): 13,218

hashish e marijuana 10,529

– cocaina 0,018

– eroina 2,647

– sostanze psicotrope 0,019

– altre sostanze 0,005

  • CONTRASTO AGLI ILLECITI NEL SETTORE AMBIENTALE

Interventi 20

Persone verbalizzate 30

– di cui denunciate all’Autorità Giudiziaria 27

Sequestri rifiuti industriali (Tonnellate) 5,6

Sequestri discariche abusive 3

 

IL CONCORSO ALLA SICUREZZA E ALL’ORDINE PUBBLICO, IL CONTROLLO ECONOMICO DEL TERRITORIO E IL SERVIZIO DI PUBBLICA UTILITÁ “117”

Il servizio di pubblica utilità “117” ha continuato ad essere, anche per l’anno 2014, punto di riferimento per la cittadinanza salernitana, confermato dalle 515 segnalazioni pervenute, nei settori dell’evasione fiscale e del regolare rilascio degli scontrini e ricevute fiscali, a seguito delle quali sono stati attivati gli accertamenti del Corpo per reprimere e contrastare gli illeciti segnalati.

Si vuole infine sottolineare la perfetta sintonia e collaborazione con l’Autorità Prefettizia, la locale Autorità Giudiziaria, le altre Forze di Polizia, che si è concretizzata anche con la collaborazione fornita attraverso l’esecuzione degli accertamenti richiesti nei settori di competenza e nell’espletamento dei servizi di ordine pubblico, in concorso con le altre forze di Polizia, da parte di finanzieri A.T.P,I, specializzati nell’antiterrorismo e pronto impiego, in forza al Gruppo di Salerno e alla Compagnia di Scafati.

Al tal fine è stata anche potenziata la specifica sezione “117” presente sul sito internet www.gdf.gov.it, attraverso la quale è possibile compilare, stampare e presentare ai Reparti territoriali segnalazioni, denunce e richieste, di semplice compilazione.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
carabinieri_blocco
Alla guida ubriaco, denunciato 23enne

prefettura-salerno
Provincia ancora senza Prefetto, nuovo appello della Cisl

leonardo_davinci_sapri
Studenti sapresi a scuola di libertà per ricordare il 70° anniversario della resistenza

Chiudi