Conservare le castagne? Ecco 10 modi semplicissimi

Ami le castagne e vuoi conservarle per più tempo? Ecco 10 semplici metodi

Autunno, tempo di castagne. Un frutto squisito ma anche ricco di vitamina C. Non solo: le castagne hanno un basso contenuto di grassi e risultano altamente nutrienti, oltre che ricche di fibre. Ma la stagione delle castagne non dura troppo a lungo, quindi se vuoi goderti queste gustose prelibatezze tutto l’anno, dovrai imparare a conservarle correttamente.

Conservare le castagne: vediamo come

Il modo più semplice per conservare le castagne è rimuovere la buccia esterna, pulirle e asciugarle, metterle nella busta di plastica, fare dei buchi e conservarle in frigorifero per un massimo di un mese. Ma ci sono anche altri nomi per conservarle più a lungo.

Ecco dieci semplici modi per conservare correttamente le castagne.

Conservale nella sabbia

Dopo aver raccolto tutte le castagne che vuoi conservare, devi prima rimuovere il loro involucro esterno spinoso per rivelare le belle noci lucide sottostanti. Assicurati di scartare tutte le castagne che hanno dei buchi che potrebbero essere il segno di vermi.

Conservarle nella sabbia significa che l’umidità verrà assorbita ed è improbabile che le castagne si ammuffiscano.

Vediamo passo passo come fare:

  • Trova una scatola di legno o un grande contenitore di plastica con un coperchio.
  • Metti uno strato di sabbia fine sul fondo. Assicurati che la sabbia sia perfettamente asciutta.
  • Adagiare le castagne sulla sabbia e assicurarsi che siano ragionevolmente ben distanziate e in un solo strato.
  • Coprite le castagne con un altro strato di sabbia.
  • Stendi un’altra fila di castagne sulla sabbia e continua questo processo di stratificazione fino a quando non avrai messo tutte le castagne nel contenitore o il contenitore non sarà pieno.
  • Assicurati di mettere un ultimo strato di sabbia sopra le castagne e copri.

Conservala la scatola in un luogo fresco e asciutto. Le castagne conservate in questo modo si conservano per un massimo di due mesi.

Conserva le castagne nel congelatore per un massimo di 6 mesi

Se vuoi conservare le tue castagne per un massimo di 6 mesi, puoi congelarle come segue:

  • Elimina la buccia esterna.
  • Assicurati che le castagne siano pulite e asciutte.
  • Metti le castagne in un contenitore ermetico o in un sacchetto con chiusura lampo.
  • In alternativa potete sigillare sottovuoto le vostre castagne.
  • Metterle nel congelatore.

Come conservare le castagne utilizzando il “metodo Novena” italiano

Se utilizzate questo metodo tradizionale italiano di preparazione delle castagne, potete conservarle in frigorifero per circa tre mesi. Ecco cosa fare:

  • Mettere a bagno le castagne crude in acqua per nove giorni.
  • Cambiare l’acqua ogni giorno ed eliminare le castagne che vengono a galla.
  • Trascorsi i nove giorni, togliere dall’acqua le restanti castagne e asciugarle accuratamente.
  • Metti queste castagne in un sacchetto di iuta o in una scatola di legno.
  • Metti questo in frigorifero per un massimo di 3 mesi.

Conservale in frigorifero per un massimo di un mese

Per conservare le castagne in frigorifero, procedi come segue:

  • Elimina lo strato esterno delle castagne che avete raccolto.
  • Assicurati che le castagne siano pulite e asciutte.
  • Mettile in un sacchetto di plastica.
  • Fai alcuni fori nella borsa per un buon flusso d’aria per evitare che si secchino. È importante non conservare le castagne in un sacchetto sigillato o in un contenitore ermetico perché si ammuffiranno.
  • Metti tutto in frigorifero nel cestino per la conservazione delle verdure.
  • Puoi conservare le castagne fresche in frigorifero per un massimo di un mese.

Castagne disidratate per la conservazione

Disidratare le castagne significa conservarle per circa due mesi. Ecco cosa fare:

  • Imposta la temperatura del disidratatore a 100 gradi
  • Disponi le castagne in un unico strato sulle teglie individuali.
  • Asciuga le castagne sgusciate per 2 giorni e le castagne sgusciate per 3 giorni.
  • Conservatele in un contenitore ermetico in frigorifero.
  • Per reidratarle, mettetele a bagno in acqua per una notte.
  • In alternativa, puoi reidratare le castagne facendole bollire in acqua per circa un’ora.
  • Le castagne reidratate sono perfette da usare in cucina.

Conserva le castagne bollite nel congelatore

Le castagne bollite dureranno solo un paio di giorni in frigorifero in un contenitore ermetico. Pertanto, è meglio congelarle. Ecco come:

  • Eliminare la buccia delle castagne e incidere una croce sul lato arrotondato di ciascuna.
  • Lessate le castagne per circa 40 minuti.
  • Sbucciate le castagne quando sono ancora calde, in questo modo sarà più facile.
  • Lasciatele raffreddare a temperatura ambiente.
  • Avvolgere le castagne bollite in un foglio di alluminio e poi metterle in un sacchetto per congelatore.
  • Mettilo nel congelatore. Potrai conservarle diversi mesi.

Come conservare le castagne arrostite

Le castagne arrostite si possono conservare con il guscio in frigorifero per alcuni giorni o in congelatore per diversi mesi. Se le metti sottovuoto prima di metterle nel congelatore, ciò aiuta ad allungarne il tempo di conservazione.

In alternativa potete sgusciare le castagne arrostite e avvolgerle in un foglio di alluminio. Quindi riponile in un congelatore o in una chiusura lampo e mettile nel congelatore. Ancora una volta, sigillare sottovuoto le castagne aiuterà sicuramente a migliorarne la durata.

Per arrostire prima le castagne, procedi come segue:

  • Preriscalda il forno a 200 gradi Celsius.
  • Taglia una croce nel lato arrotondato di ogni castagna. Questo permette al vapore di fuoriuscire perché le castagne hanno un alto contenuto di umidità.
  • Stendi le castagne in un unico strato su una teglia o una teglia poco profonda con le croci rivolte verso l’alto.
  • Metti le castagne in forno per circa 15-20 minuti per arrostirle.
  • Quando le togli, i gusci dovrebbero essersi aperti e sarai in grado di vedere la carne pallida all’interno.

Alcune persone consigliano di mettere a bagno le castagne prima di arrostirle in quanto ciò aiuta ad accelerare il processo di cottura e impedisce loro di bruciare.

Come conservare le castagne nell’alcol

Un altro modo per conservare le castagne è sotto l’alcol. Una volta conservate, le vostre castagne si conserveranno per circa 12 mesi nei loro vasetti sigillati in dispensa. Sebbene questo metodo di conservazione non sia per tutti e richieda un po’ di preparazione, è un ottimo modo per conservare le castagne da gustare come spuntino dopo cena con caffè o da regalare come regalo speciale a una persona cara.

Ricorda che una volta aperto il barattolo sigillato, dovresti conservare le castagne in frigorifero e consumarle entro un mese.

Ecco un’ottima ricetta per conservare le castagne sotto spirito:

Ingredienti:

  • 3 tazze di zucchero semolato
  • ¾ tazze d’acqua
  • 1 bacca di vaniglia divisa (assicuratevi di aver prima rimosso i semi)
  • 6 chiodi di garofano
  • Succo e scorza di 1 arancia (puoi usare invece limone o lime o una miscela di due o tutte e tre)
  • 1 tazza di whisky alla cannella (puoi anche usare altri alcolici come rum o cognac e persino aggiungere una spruzzata di liquore aromatizzato a tua scelta)

Castagne arrostite e pelate

Metodo:

Metti lo zucchero semolato, l’acqua, la bacca di vaniglia, i chiodi di garofano, il succo e la scorza d’arancia e ¾ della tazza di whisky in una casseruola.

  • Mescolare a fuoco basso fino a quando tutto lo zucchero non si sarà sciolto.
  • Alza il fuoco a medio-basso e lasciate sobbollire il composto per circa 20-25 minuti.
  • Togli il composto dal fuoco.
  • Aggiungi il restante ¼ di tazza di whisky (o qualsiasi alcol tu stia usando).
  • Riponi le castagne sbucciate e arrostite in barattoli di vetro sterilizzati.
  • Versa lo sciroppo tiepido sulle castagne, facendo attenzione che siano completamente ricoperte.
  • Metti i coperchi e assicurati che siano sigillati ermeticamente.

Conserva i tuoi vasetti di castagne sigillati nella dispensa per circa 12 mesi.
Se non potete aspettare così tanto per provarle, assicuratevi di lasciare le castagne nei vasetti sigillati per almeno 15 giorni prima di provarle. Ciò consente alle castagne un tempo di conservazione sufficiente e di essere infuse con lo sciroppo alcolico.

Una volta aperto un barattolo, assicuratevi di conservarlo in frigorifero e di consumare le castagne entro un mese dall’apertura. Quando le riponi in frigorifero, assicuratevi che le castagne rimangano ricoperte dallo sciroppo.

Le castagne sotto spirito possono essere gustate da sole come sfizio dopo cena con il caffè, ma sono anche deliziose, servite con gelato o macedonia.

Prepara una purea di castagne

Se ti piace l’idea di aggiungere il delizioso sapore delle castagne ai tuoi dolci, crostate e torte fatte in casa, perché non prendere in considerazione la possibilità di preparare una purea di castagne. È abbastanza facile da fare e puoi conservarlo in barattoli sterilizzati nella dispensa per molti mesi. Un barattolo di purea di castagne è anche un bel regalo per quell’amico speciale o un familiare.

Ecco come preparare una deliziosa purea di castagne:

Ingredienti:

  • 12 once di castagne pelate e arrostite
  • ½ bicchieri d’acqua
  • ¾ tazza di zucchero semolato
  • 1 baccello di vaniglia diviso senza semi

Metodo:

In una casseruola mettete le castagne pelate e abbrustolite, l’acqua, lo zucchero semolato e la bacca di vaniglia oltre ai semi.
Mescolare il composto a fuoco medio-alto fino a quando tutto lo zucchero non si sarà sciolto.
Lasciate cuocere il composto per circa 25 minuti.
Togliete dal fuoco e fate raffreddare leggermente.
Togliere la bacca di vaniglia e scartare.
Filtrare il liquido delle castagne ma fare attenzione a riservare lo sciroppo.
In un robot da cucina mettere le castagne e 2 cucchiai dello sciroppo messo da parte.
Lavorare fino a che liscio. Potrebbe essere necessario aggiungere un po’ di sciroppo in più in modo che la miscela diventi una pasta liscia.
Mettere la purea di castagne in vasetti sterilizzati e chiudere ermeticamente.
Conservare la purea nella dispensa.
Una volta aperta, dovete conservare la purea in frigorifero.

Prepara il liquore di castagne

Un’altra cosa che puoi fare se hai una scorta di castagne e non vuoi sprecare tutta quella bontà è fare un liquore di castagne. Non solo permetterà di conservare le tue castagne nell’alcol, ma il liquore stesso sarà una deliziosa aggiunta ai dolci, oppure puoi semplicemente versarlo sul gelato e goderti il ​​delizioso sapore di nocciola.

Ecco come fare il liquore di castagne:

Ingredienti:

  • Mezzo chilo di castagne
  • 2/3 tazza di zucchero
  • 3/4 tazza d’acqua
  • 2 tazze di brandy

Metodo:

  • Lessa le castagne prima in abbondante acqua e poi sbucciale.
  • In un tegame metti le castagne lessate e sbucciate e ¾ bicchiere d’acqua.
  • Cuoci a fuoco lento per circa 10 minuti con la casseruola coperta.
  • Togli dal fuoco e togliere le castagne dall’acqua.
  • Metti lo zucchero nell’acqua tiepida e mescola finché non si sarà sciolto.
  • Rimetti le castagne nella casseruola e fate cuocere a fuoco basso per altri cinque minuti senza coperchio.
  • Togli dal fuoco e scolate le castagne facendo attenzione a conservare lo sciroppo.
  • Metti le castagne in vasetti sterilizzati.
  • Dividi lo sciroppo rimanente tra i vasetti usando un colino fine per scolarlo.
  • Completa i vasetti con il brandy.
  • Metti i coperchi sui barattoli e chiudi bene.
  • Ora puoi conservare le castagne nel loro liquore in dispensa.

Assicurati di lasciare i vasetti sigillati per almeno due settimane in modo che il sapore si sviluppi completamente. Ricordar di conservare i vasetti aperti in frigorifero.

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO
Pulsante per tornare all'inizio