Scuola Mozzillo ad Agropoli: rimodulati gli spazi, scongiurata protesta dei genitori

Scuola dell'infanzia, nido e micronido potranno coesistere nello stesso edificio. Scongiurato il trasferimento degli alunni

Dopo le annunciate proteste da parte dei genitori di una classe della scuola Mozzillo di Agropoli, il Comune corre ai ripari e rimodula gli spazi all’interno del plesso di piazza Mediterraneo.

Scuola Mozzillo di Agropoli: disagi e rischio proteste

A scatenare la rabbia di mamme e papà degli studenti della classe 3A della scuola dell’infanzia, l’annuncio da parte della direzione didattica del primo circolo di voler trasferire i bambini presso il plesso del centro. Ciò poiché l’aumento di iscritti registrato in quest’anno scolastico non garantiva il necessario numero di aule presso la Mozzillo, dove insistono anche i locali di nido e micronido.

Una situazione più volte segnalata all’amministrazione comunale che però non si era mossa per risolvere il problema. Soltanto la minaccia di una protesta dei genitori che non volevano trasferire i propri bambini nell’istituto di piazza della Repubblica, ha indotto l’Ente a trovare soluzioni.

Le novità

Con ampio ritardo rispetto alla data di inizio delle scuole (per le scuole dell’infanzia il ritorno in aula era previsto per il 12 settembre) ieri pomeriggio l’ufficio tecnico comunale e il responsabile del procedimento autorizzativo del Piano di zona S/8, hanno provveduto alla rimodulazione tecnica degli spazi necessari per il funzionamento del nido/micronido.

Ciò ha consentito di liberare lo spazio utile per predisporre la nuova classe della scuola dell’Infanzia, così come da richiesta della parte della direzione scolastica del Primo Circolo.

Evitati, seppur con ritardo, disagi per gli alunni. Molti genitori, infatti, erano intenzionati a trasferire i loro bambini presso altri istituti qualora la classe fosse stata trasferita in centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.