A Capaccio Paestum il primo Study Case del Sud Italia

Prosegue l’innovativo progetto di salvaguardia ambientale messo a punto dalla Assoprof per il Comune di Capaccio Paestum.
Il secondo step prevede il risanamento delle acque superficiali tramite bioattivatori, coadiuvanti utili al ripristino degli equilibri naturali degli ecosistemi fluviali e marino costieri.

Questi mitiganti assolutamente naturali verranno irrorati alle foci dei fiumi Sele, Solofrone, Capo di Fiume, Ponte di Ferro, Fiumarello e dei Ranci al fine di preservare la ricca biodiversità dei luoghi e migliorare la qualità delle acque.

Il primo intervento è stato svolto oggi 10 Agosto e proseguirà fino a settembre.
I bioattivatori, in sostanza, si presentano come pasticche o polveri contenenti enzimi disidratati, i quali, a contatto con l’acqua si riattivano, ottimizzando e accelerando i processi di autodepurazione (innesco del basilare ciclo dell’azoto e mineralizzazione della sostanza organica nei sedimenti).

Ogni ciclo di rilascio prevederà la distribuzione di un certo numero pasticche, gli interventi saranno calendarizzati ad intervalli di 7 giorni, fino alla fine di settembre.

In via sperimentale, inoltre, si provvederà a trattere anche le acque di mare liddove si presenti lo spiacevole fenomeno della proliferazione algale, al fine di ridurre se non abbattere la presenza delle stesse nelle aree prospicienti la zona di balneazione.

Con l’uso di bioattivatori ed altri interventi di prossima realizzazione l’Amministrazione vuole mettere a punto un moderno sistema di prevenzione ed intervento tempestivo nei confronti sia di atti criminosi che sulla formazione improvvisa di fioriture algali, al fine di garantire un’eccellente qualità delle acque balneari del nostro tratto costiero.

Col progetto dell’Assoprof, associazione di tecnici ambientali ( tel 335.1037219), quindi, prosegue il progetto di tutela dell’ambiente avente lo scopo di mitigare il forte impatto antropico nel nostro Comune.

L’economia legata al turismo è elemento fondante per la nostra città e l’obiettivo è di rendere la qualità delle acque sempre più alta attraverso l’uso di prodotti naturali e tecnologie a basso impatto ambientale.

Un commento