Custodia dei cani: tolleranza zero a Corleto Monforte

Firmata ordinanza: multe da 500 a 3000 euro

CORLETO MONFORTE. Il sindaco Filippo Ferraro ha firmato un’ordinanza per contrastare il fenomeno del randagismo a Corleto Monforte e di mancata custodia dei cani di proprietà.

Il primo cittadino già nel maggio scorso aveva avviato delle iniziative a tale scopo, inviando una lettera di sensibilizzazione per le famiglie, organizzando delle sedute di microchippatura e dotandosi a sua volta di un lettore per la lettura dei microchip.

Custodia cani, le criticità a Corleto Monforte

Tuttavia ancora oggi sono stati denunciati verbalmente molti episodi di cani padronali che soprattutto di notte scorrazzano all’interno del centro abitato, formando branco pericolo per altri cani ed anche per bambini.

Di qui la scelta di emettere un’ordinanza che prevede specifiche regole per i proprietari di cani. Il primo cittadino ha annunciato tolleranza zero contro i trasgressori.

Le regole

Nello specifico i proprietari dei cani dovranno sempre assicurare la custodia dei cani, premurandosi di non maltrattarli, tenerli chiusi in catene o in spazi ristretti. Previsto per tutti l’obbligo di iscrizione all’anagrafe canina.

Inoltre è fatto divieto di lasciare su area pubblica avanzi di cibo o alimenti per animali.
I proprietari, nel condurre i cani su aree pubbliche o aperte al pubblico dovranno munirsi di kit per la pulizia che sarà necessario per la raccolta delle deiezioni solide e per l’igienizzazione delle aree in corrispondenza delle deiezioni liquide.

Infine sarà sempre necessario utilizzare un guinzaglio, portare una museruola, assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato e affidarlo solo a chi ha è in grado di gestirlo correttamente. Il sindaco ha imposto anche l’obbligo di eseguire tutte le vaccinazione previste per legge e i trattamenti antiparassitari prima di condurre un cane in un luogo pubblico.

Le multe

Per i trasgressori sono previste multe salate: fino a 3000 euro per chi abbandona un animale, fino a 600 per chi omette di dotarlo di microchip, fino a 500 euro per il mancato rispetto delle altre disposizioni.

CLICCA PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO

Un commento

  1. questa ordinanza recepisce semplicemente legislazioni nazionali e regionali che hanno decine di anni. Comunque complimenti al Sindaco che prima ha cercato di educare e sensibilizzare e poi decide di sanzionare.

Pulsante per tornare all'inizio