Montecorice aderisce al progetto “Una rete da pesca per la filiera dei rifiuti marini”

Il Comune metterà a disposizione delle informazioni concernenti l'attuale organizzazione e smaltimento dei rifiuti provenienti dallo svolgimento dell'attività di pesca professionale

MONTECORICE. “Una rete da pesca per la filiera dei rifiuti marini”; è il progetto approvato dalla Regione Campania e al quale ha intenzione di prendere parte anche l’amministrazione comunale di Montecorice, guidata dal sindaco Flavio Meola.

Gestione dei rifiuti marini: ecco le finalità del progetto

L’obiettivo strategico del progetto, è la sperimentazione e l’individuazione di una procedura tecnico-organizzativa, volta alla definizione e allo sviluppo di alcune filiere per il trattamento dei rifiuti marini; al fine di favorire la protezione e la conservazione delle risorse biologiche marine.

Il Comune di Montecorice, intende partecipare al progetto poiché beneficerà della condivisione di buone pratiche relative alla gestione dei rifiuti marini, derivanti dalla pesca; in particolare: recupero di materiale galleggiante, in prossimità di spiagge e località turistiche, da parte dei pescatori.

L’accordo tra il Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Ricerca su innovazione e servizi per lo sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche, in qualità di capofila, garantirà all’Ente, una visibilità mediatica attraverso la partecipazione alle varie attività di comunicazione, previste nell’ambito del progetto.

Il Comune metterà a disposizione delle informazioni concernenti l’attuale organizzazione e smaltimento dei rifiuti provenienti dallo svolgimento dell’attività di pesca professionale.