Agropoli Danza Festival: intervista agli insegnanti, Piero Leccese e Giada Matteini | Podcast

Ecco il programma completo dell'Agropoli danza festival. Ascolta il podcast

Antonella Agresti e Roberta Foccillo, vi aspettano con il programma “All’ora dello Spritz, speciale Podcast” per tenervi compagnia durante la stagione estiva.

Tanti artisti che si racconteranno ai microfoni di InfoCilento tra carriera e vita privata.

Ospiti di questa settimana, il Maestro di danza Piero Leccese e la direttrice artistica di WADE, Giada Matteini. Agropoli, si prepara ad ospitare il Festival di danza e musica dedicato alla violenza contro le donne e di genere e alla promozione di una cultura non machista.

Prodotto da WADE in collaborazione con ExOrto Danza e con il patrocinio del Comune di Agropoli. Il Festival è multidisciplinare e comprende spettacoli di danza e musica. Ideato da donne per le donne, presenta opere di artiste in vario modo impegnate nella difesa dei diritti e sosterrà il Comune di Agropoli nel rilancio della sua immagine nel panorama culturale.

Il progetto affronta il tema della violenza di genere e delle discriminazioni perseguendo l’idea che l’arte e il dialogo possano essere validi strumenti per arginare fenomeni di violenza e sopraffazione. L’Agropoli Danza Festival nasce dall’esperienza personale della direttrice artistica, ex vittima di violenza domestica, che ha voluto proporre un percorso di sensibilizzazione e di possibile riabilitazione per quelle persone vittime sopravvissute alla violenza e che attraverso la danza, la musica e l’arte in generale abbiano occasione di riscatto personale e sociale.

Giada Matteini è la direttrice artistica di WADE e maestra di danza in ruolo presso la Tisch School of the Arts, prestigioso conservatorio della New York University e propone la sua esperienza come esempio di riscatto.

Ecco il programma dell’evento

  • 13 Luglio dalle ore 19:30 la Piazza Vittorio Veneto sarà inondata di danza e musica con gli studenti di WADE Dance HUB con una Urban Improv diretta da Tyler DuBoys, artista americano della troupe STREB.

La compagnia usa un principio che si chiama “Extreme Action”, uno stile di movimento che entusiasma il pubblico con prodezze coreografate di fisicità, caos, forza, rischio, grazia ed eleganza.

  • 15 Luglio a partire dalle ore 19:30 al Foyer del Cineteatro Eduardo de Filippo, si esibirà Sarah Cerneaux, acclamata ballerina francese e membro dell’Akram Khan Company, una delle compagnie di danza più innovative al mondo. Ballerà un estratto del suo nuovo assolo ‘Dancing in my shower’
  • 22 Luglio alle ore 21:00 al Castello Angioino Aragonese sarà un onore presentare il lavoro di Molissa Fenley, una delle artiste più influenti della danza postmoderna americana, che ha avuto un impatto importante e duraturo sul modo di concepire la performance.

Nella danza, ha esplorato lo sforzo estremo e la durata in schemi di estrema precisione e si è esibita con un’energia esplosiva e gioiosa improntando il suo lavoro a pratiche di resistenza, equilibrio e forza vitale. Ha sfidato l’ortodossia della modern dance e ha ridefinito il carattere del corpo in movimento di una donna alla fine del XX secolo, portando in scena concetti e rituali postmoderni.

Molissa ha appena completato l’ultima variazione, Part 5, per Cosmati Variations, impostata su il Third Construction di John Cage. Tutte e cinque le variazioni saranno presentate in anteprima al Castello.

  • 23 luglio, ultimo evento del Festival vede in scena quattordici giovani ballerine/i del WADE Young Ensemble dalle ore 21:00 al Castello Angioino Aragonese che rappresentano 10 programmi universitari Americani e Europei, sotto la direzione artistica di Giada Matteini.

Si esibiscono in coreografie create appositamente per loro durante il workshop intensivo di tre settimane, tra Firenze e Agropoli, da Sarah Cerneaux, Piero Leccese, Molissa Fenley, Sarah Messenger, Anna Caffarelli, Crimson Moeller e Sarai Daniels.

La serata ospita come guests, la cantante lirica Rosy Anoush Svazlian, la danzatrice del ventre Gigi, la danzatrice e coreografa agropoleseMaria Cardone e il musicista Newyorkese Mal Stein che suonerà tutti i pezzi dal vivo. Tutte le coreografie della serata sono ispirate ai temi del Festival contro la violenza di genere.

Un ringraziamento speciale a ExOrto Danza e alla Città di Agropoli per il supporto e alla Foundation for Contemporary Arts che ha offerto un contributo finanziario alla Molissa Fenley and Company per la loro partecipazione al Festival. L’ingresso alle performance è gratuito ed è consentito fino ad esaurimento posti. I posti si possono prenotare cliccando sul seguente link: https://docs.google.com/forms/d/1K4Jym4YmtKNZzrUs8FjsvD63PjLtON8IdvF6s6engVU/edit Seguirà conferenza stampa il giorno 11 luglio ore 19.30 c/o bar del Teatro E. De Filippo.

Ascolta il podcast e scopri cosa ha raccontato ai nostri microfoni.

Potete riascoltare tutti i Podcast, su InfoCilento.it

CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente