Agropoli: ecco la giunta, ma manca il consiglio comunale

Il neo Sindaco di Agropoli, Roberto Mutalipassi, dopo circa un giorno e mezzo dalla proclamazione, ha nominato la giunta che lo affiancherà nella sua azione amministrativa. 

Questa la composizione: Maria Giovanna D’Arienzo, vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali, Qualità della vita, Centro storico; Rosa Lampasona, assessore all’Ambiente, Transizione ecologica, Salute, Relazioni con ASL e Distretto sanitario; Roberto Apicella, assessore al Turismo, Commercio, Eventi; Giuseppe Di Filippo, assessore al Mare, Porto, Demanio e Patrimonio; Emidio Cianciola, assessore alla Visione territoriale, PNRR e Sviluppo Economico. 

Lunedì 20 giugno alle ore 11.00 è stata convocata la prima seduta di giunta. Nei prossimi  giorni ci sarà la suddivisione di alcune deleghe anche ai consiglieri comunali.

Non mancano polemiche per la scelta del neo primo cittadino, considerato che ad oggi il consiglio comunale non è stato ancora proclamato. La commissione è ancora al lavoro per valutare la regolarità delle elezioni.

CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

4 commenti

  1. Se sarà applicata la Legge,( con la elle maiuscola) ,sarebbe da annullare tutto quello fatto fino adesso, con relativa condanna dei colpevoli, e andare di nuovo a votare.
    Ma questo difficilmente succederà perché vi sono troppi interessi in ballo e molti personaggi, noti e autorevoli ,politicamente, dovrebbero provare le “catenelle” ai polsi, cosa che sarebbe un miracolo (magari accadesse), poiché ,dopo, di seguito, di catenelle c’è ne vorrebbero diverse decine di metri.
    Già solo aver accertato dei brogli elettorali senza prendere alcun provvedimento restrittivo, la dice tutta: Dové quella famosa Legge “UGUALE PER TUTTI” ?

  2. Oramai succede di tutto, se la Commissione Elettorale il cui Presidente, (Magistrato togato), ha ribadito più volte di aver trovato incongruenze tra i voti conteggiati e le schede votate nelle sezioni elettorali di Agropoli (quasi sicuramente frutto di brogli elettorali e non di errori nei conteggi in quanto starebbe a significare che tutti i componenti dei seggi siano stati ignoranti in matematica) e che ancora continuano i controlli che riprenderanno Lunedì prossimo, si permette ad una persona che ,quasi sicuramente, verrà rimandata a casa se non peggio, di andare avanti nell’amministrare un Comune senza prima accertare, come spero si farà, la regolarità e la legalità delle votazioni, cosa che lo stesso Magistrato ha ripetutamente evidenziato molto dubbia. Boooo, se questa é la “Giustizia” stiamo proprio a posto.

  3. Solo ad Agropoli si possono vedere queste cose: Un Comune dove vi é il Sindaco con la Giunta , senza esserci, ancora, il consiglio Comunale. VERGOGNATEVI!!!!

  4. Agropoli é unica.Prima ancora che vengano “definitivamente” dichiarate valide le elezioni Amministrative del 12 giugno, viene proclamato “Ufficialmente” il Sindaco, che col ricondeggio delle schede,potrebbe non esserlo, che a sua volta nomina gli assessori “LA GIUNTA”che senza il Consiglio Comunale, non serve a niente, ma dove siamo arrivati, dove sono le istituzioni che dovrebbero controllare ed impedire tutte queste “IACUVELLE”, tutti gli altri candidati a “SINDACO” e a “CONSIGLIERI” che sono stati imbrogliati e trombati, che aspettano a denunciare e ricorrere al TAR, e semmai invitare ad Agropoli le “IENE” ,”REPORT” o qualche altra trasmissione al fine di far conoscere a tutti lo schifo e l’illegalità che regna ad Agropoli senza che nessuno intervenga come si dovrebbe?
    Comunque, aspetto e spero sempre che, la Magistratura come in tanti altri casi, anche se in ritardo,faccia il suo dovere e metta tutto a posto senza fare sconti a nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente