Laurino: dal Comune, un’ordinanza per la manutenzione dei terreni privati

In caso di inadempimento, multe fino a € 500,00

LAURINO. Dal Comune è stata emessa un’ordinanza per la pulizia e la manutenzione dei terreni privati in ambito urbano ed extraurbano.

Manutenzione e pulizia dei terreni a Laurino: il provvedimento

I proprietari e i conduttori di terreni, compresi nel perimetro urbano, dovranno procedere agli interventi di pulizia; che dovranno essere comunque effettuati in modo da garantire la perfetta pulizia e manutenzione dei luoghi. Nello specifico, taglio dell’erba, regolazione delle siepi, taglio di piante, di rami, delle sterpaglie e della vegetazione incolta.

Ancora, pulizia ed eliminazione dei rifiuti, ove presenti nelle aree private site nelle vicinanze di abitazioni; con conseguente smaltimento e conferimento (o riciclo) secondo le modalità previste dalla legge. In caso di inadempimento, sarà applicata una sanzione che parte da € 50,00 e fino a € 500,00.

La presenza di terreni, recintati e non, che si trovano all’esterno del centro urbano, ricoperti da una folta vegetazione spontanea, deposito di materiale di risulta, possono provocare, problemi legati all’igiene, dando luogo alla proliferazione di ratti ed animali nocivi di ogni specie; nonchè potenziale causa di incendi, con una conseguente incolumità pubblica e privata.

Il provvedimento, in seguito alle verifiche effettuate sul campo dagli organi competenti, che hanno evidenziato, che non tutti i proprietari e i conduttori dei fondi privati, provvedono ad un’adeguata manutenzione della vegetazione presente.

Risulta, quindi, adottare dei provvedimenti per interventi urgenti di pulizia di terreni incolti e di aree degradate, con particolare riferimento a quelle poste in prossimità delle abitazioni.

CONTINUA A LEGGERE

Roberta Foccillo

Da sempre appassionata di comunicazione, con una particolare passione per i video, conduco programmi tv e radio, amo scrivere e mi occupo di tutto quello che di interessante c'è nel mio amato Cilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente