Appalto scuola di Acciaroli, Tar nomina commissario

Il ricorso presentato dalla ditta affidataria dei lavori di demolizione e ricostruzione della scuola di Acciaroli

POLLICA. Il Tar Campania, con sentenza pubblicata il 31 maggio scorso, ha accolto il ricorso presentato da una società contro il comune di Pollica. La vertenza riguarda i lavori di demolizione e ricostruzione della scuola dell’infanzia di Acciaroli.

Appalto scuola di Acciaroli: le contestazioni

Il ricorrente, affidatario dei lavori, nel settembre scorso formalizzava istanza di risoluzione senza indennizzo per eccessiva durata dei periodi di sospensione contrattuale. Di fronte alla mancata risposta del comune nel dicembre successivo sollecitava adeguato riscontro da parte dell’Ente che, tuttavia, restava ancora silenzio.

Secondo la ditta andava rispettata la legge che pone il «dovere dell’Amministrazione di concludere il procedimento a istanza di parte, mediante l’adozione di un provvedimento espresso, nel termine normativamente previsto».

Al riguardo, l’art. 31 cod. proc. amm. prevede che, «decorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo …, chi vi ha interesse può chiedere l’accertamento dell’obbligo dell’amministrazione di provvedere».

La decisione del Tar

Di qui l’accoglimento del ricorso contro il silenzio e la nomina, da parte del Collegio, di un commissario ad acta nella persona del Prefetto di Salerno, affinché provveda nell’ipotesi di ulteriore inadempienza dell’amministrazione comunale. Il compenso del commissario è a carico del comune, condannato dal Tar anche al pagamento delle spese.

CONTINUA A LEGGERE

Elena Matarazzo

Nata a Milano, si trasferisce giovanissima nel Cilento, la terra nella quale è poi rimasta a vivere e alla quale si sente particolarmente legata. Laureata in lettera, si occupa principalmente di arte, cultura e spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente