Il 2 giugno “Voler bene a Sanza” con Francesca Ferro, di Legambiente Campania

L’appuntamento “Voler bene a Sanza” si inserisce nel programma di Legambiente che dal 2004 promuove i piccoli comuni e le comunità locali del nostro Paese

SANZA. Giovedì 2 giugno l’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale di Sanza “Voler bene a Sanza” nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Voler Bene all’Italia”.  L’appuntamento “Voler bene a Sanza” si inserisce nel programma di Legambiente che dal 2004 promuove i piccoli comuni e le comunità locali del nostro Paese, con un’edizione dedicata alla “democrazia energetica”, finalmente a portata del Paese grazie alla realizzazione diffusa delle comunità energetiche e ai fondi PNRR dedicati ai piccoli comuni.

In tale ambito il Comune di Sanza, selezionato nell’ambito dell’intervento nazionale Borghi con “Sanza borgo dell’accoglienza”, intende promuovere la cultura dell’amore per il bello. I giovani di Sanza provvederanno alla messa a dimora di alcuni alberi nell’area dell’Arena di Via San Vito, nel quartiere delle case popolari. Come da tradizione, dopo lo stop imposto dalla pandemia da Covid, l’amministrazione comunale grazie al contributo fattivo dei giovani volenterosi di Sanza organizzerà una giornata di sensibilizzazione ambientale; un modo concreto per “Voler bene a Sanza”. Ospite d’eccezione Francesca Ferro, Direttrice di Legambiente Campania, che dialogherà con i giovani presenti di futuro, di ambiente e sostenibilità. L’iniziativa è prevista per le 18.00 presso l’Arena di Via San Vito.

La festa nazionale dell’Italia dei Piccoli Comuni continua ad essere un momento di grande visibilità e promozione della centralità che devono avere i territori e le piccole comunità diffuse che anche quest’anno organizzeranno eventi e iniziative di piazza per chiedere di partecipare alla transizione ecologica prevista dal piano di ripresa e resilienza, a iniziare dalla realizzazione di una democrazia energetica basata sulle fonti rinnovabili. Infatti, la storica animazione dei tanti piccoli comuni italiani avrà come parola d’ordine per il 2022 le comunità energetiche, in un anno cruciale per i piccoli comuni che attendono l’attuazione della normativa e l’attivazione del fondo PNRR (2,2 miliardi di euro) a loro destinato proprio per la realizzazione delle comunità energetiche rinnovabili, distribuendo così sui territori notevoli vantaggi economici, sociali e ambientali.

Quest’anno grazie al sostegno e alla collaborazione del Kyoto Club e di Azzeroco2, Voler bene all’Italia sarà anche l’occasione per offrire a tutti i comuni che hanno aderito un corso di formazione via web per cittadini, tecnici e imprese per costituire una comunità energetica che si terrà subito dopo la manifestazione.

Ti potrebbe interessare anche