Agropoli, ViviCilento incontra i sindaci: confronto sul turismo

I candidati alla carica di sindaco di Agropoli incontreranno i rappresentanti di ViviCilento

AGROPOLI. Nuovo confronto tra i candidati alla carica di sindaco. Dopo l’associazione Aota e Legambiente, sarà la Coop ViviCilento a riportare il turismo al centro del dibattito. Questa volta, però, gli aspiranti primo cittadino si confronteranno a distanza tra di loro.

Sono stati infatti promossi quattro incontri diversi tra i rappresentanti di ViviCilento e i politici. Si inizia questa sera (19 maggio) alle ore 18:00 in località Marrota con Elvira Serra. Sabato 21 maggio secondo appuntamento ma questa volta presso l’oratorio Giovanni Paolo II. Sarà presente Raffaele Pesce.

Stessa location per Massimo La Porta, lunedì 23 maggio alle ore 18. Chiude Roberto Mutalipassi il prossimo mercoledì 25 maggio in località Marrota.

“È arrivato il momento di affrontare i temi del turismo in maniera arguta – fanno sapere da ViviCilento – Analizzarne i numeri senza avere visione, prospettiva e progettualità, rende arida ogni valutazione. Agropoli deve maturare delle importanti decisioni rispetto al suo futuro turistico. Questo sarà possibile farlo solo capendo bene il contesto attuale. Infatti diverse sono le criticità che si palesano sotto gli occhi di tutti e soprattutto dei turisti: spiagge da valorizzare, servizi turistici da rivedere completamente, decoro urbano quasi inesistente, il porto ed il borgo diamanti grezzi da lucidare, e l’annosa questione della posidonia spiaggiata. Non ultima l’imposta di soggiorno, strumento che dovrebbe essere dedicato al miglioramento dei servizi turistici ma inspiegabilmente usata “distraendola” dal suo vero fine”.

Affronteremo, in concreto, questi temi ma anche quelli commerciali, del puc, della sinergia necessaria tra pubblico e privato, della movida, del trasporto pubblico, della promozione e dell’accoglienza. Tutta ViviCilento è invitata alla partecipazione, così come tutti gli operatori turistici ed economici”, concludono.

CONTINUA A LEGGERE

Sostieni l'informazione indipendente