Sapri, addio a Nello Vivacqua

È morto nella notte il cantautore lucano Nello
Vivacqua, 75 anni. Ad annunciarlo sui social la moglie Imma, con un messaggio pubblicato sia sul proprio profilo Facebook che su quello del marito.

Originario di Corleto Perticara, piccolo paese in provincia di Potenza, aveva fatto parte anche di ‘Carlotto e Cucciolo dei Dik Dik’, prima di intraprendere la carriera da solista con il suo spettacolo, “La colonna sonora della nostra vita”.

Amico di Sapri e del Golfo di Policastro, i suoi concerti in estate nelle piazze (ma anche in inverno nei posti al chiuso) richiamavano sempre il pubblico delle grandi occasioni, per la sua innata capacità di unire i gusti della gente di ogni età. Disponibilissimo con tutti, era solito improvvisare piccoli concerti: gli bastava una chitarra, la ‘sua’ chitarra, per calamitare il pubblico.

La stessa chitarra che qualche anno fa (prima dello scoppio della pandemia) fu fondamentale in un periodo particolare della sua vita, per regalare gioia ad un intero reparto ospedaliero, quando Nello fu ricoverato per un problema di salute e fu costretto giocoforza a restare per diverso tempo in ospedale. Durante quel periodo di degenza era solito radunare gli altri ospiti nell’atrio della struttura per allietare la loro permanenza con la sua musica e – appunto – la sua inseparabile chitarra.

La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile non solo nella sua famiglia ma anche nelle persone che ne hanno apprezzato ed amato le sue qualità artistiche ed umane.

CONTINUA A LEGGERE

Sostieni l'informazione indipendente