L’Almanacco del 7 aprile 2022

Era il 1948, l'Onu istituisce l'Organizzazione Mondiale della Sanità

Almanacco del 7 aprile 2022:

Etimologia: Ermanno, personale in uso tra i Longobardi, compare in Italia solo agli inizi del X secolo. Deriva dal termine tedesco “heriman”, “uomo d’armi, guerriero”, latinizzato poi in “Hermannus”..

Proverbio del giorno:
Aprile bagnato, raccolto assicurato.

Ti potrebbero interessare:

Aforisma del giorno:
Una pipa dà al saggio il tempo per riflettere, all’idiota qualcosa da mettere in bocca (Trischmann)

Accadde Oggi:

1948 – L’ONU istituisce l’Organizzazione Mondiale della Sanità: Le emergenze provocate da sei anni di conflitto, unitamente all’idea che la pace e la sicurezza dei popoli non potevano essere disgiunte dal loro benessere fisico, spinsero le Nazioni Unite a dar vita a un organismo che parlasse ai governi con una sola voce, in nome degli infermi e per la salute di tutti i cittadini del pianeta.

1837 – Andersen pubblica “La sirenetta”: Da romantica eroina fiabesca a simbolo dell’intera nazione danese, La sirenetta di Hans Christian Andersen è uno dei personaggi più celebri della storia della letteratura.

Sei nato oggi? I nati il 7 aprile mettono in tutto ciò che fanno una dedizione energica ed entusiastica. Da bambini, i nati in questo giorno rischiano di sciupare gran parte della loro energia in ribellioni ma, anche se col tempo tendono a diventare sempre più assennati e meno avventati, la rabbia continua spesso a rappresentare un problema. Nelle relazioni sentimentali tendono di solito a sostenere molto il partner, aumentando la sua autostima; il pericolo è che il partner possa subire una sorta di dipendenza da questo entusiasmo e finisca per crollare se e quando questo viene a mancare. I nati il 7 aprile che riescono a vivere in pace con sé stessi hanno di solito una vita lunga e in buona salute; il pericolo è solo quello di “strafare” con il loro entusiasmo che potrebbe portarli anche a periodi di stress eccessivo.

Celebrità nate in questo giorno:

1939 – Francis Ford Coppola: Il suo nome è nell’olimpo dei migliori cineasti del mondo, autore di film che hanno fatto la storia del cinema.

1964 – Russell Crowe: “Al mio segnale, scatenate l’inferno!” (complice anche l’impeccabile doppiaggio di Luca Ward) è la frase che l’ha consegnato alla storia del cinema, proiettandolo tra i grandi.

1954 – Ezio Greggio: Colonna portante dell’intrattenimento televisivo, da un quarto di secolo le sue battute incalzanti scandiscono la cena di milioni di italiani.

1972 – Gianluca Grignani: Cantautore e rocker molto amato dal pubblico italiano, nasce a Milano e a 17 anni si fa strada nei locali della Brianza, avendo come miti Elvis Presley e Lucio Battisti.

1915 – Billie Holiday: Soprannominata anche Lady Day, per molti è stata la maggiore vocalist che il jazz abbia conosciuto.

Scomparsi oggi

1947 – Henry Ford Nato a Dearborn, nello stato del Michigan, è stato un imprenditore statunitense che con le sue scelte ha dato un corso diverso allo sviluppo dell’automobile, gettando le basi della futura società.