Torchiara: progetto per la rigenerazione del Palazzo Baronale

Il progetto di rigenerazione culturale, prevede un quadro di spesa complessivo pari a € 150.000,00

TORCHIARA. Approvato lo studio di fattibilità per lavori di tutela e rigenerazione del “Palazzo Baronale De Conciliis” nel borgo storico del centro cilentano.

Un progetto di rigenerazione del patrimonio culturale

Nello specifico l’Ente, retto dal sindaco Massimo Farro, intende partecipare all’avviso pubblico indetto dal Ministero della Cultura; che prevede interventi di rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici, da finanziare nell’ambito del PNRR.

L’avviso è rivolto al finanziamento di progetti presentati da Comuni anche in forma aggregata con risorse pari a 380milioni di euro.

Il Comune di Torchiara, ha avviato un partenariato con i Comuni di Perdifumo, individuato come Ente capofila, e Laureana; considerati i progetti e i temi accomunanti, uniti nell’ottica della valorizzazione del territorio e l’appartenenza all’Unione dei Comuni Alto Cilento.

Per quanto riguarda il progetto che prevede la rigenerazione del Borgo, il quadro di spesa è pari a € 150.000,00; di cui € 118.500,00 e € 31.500,00. Possono essere ammessi a contributi, i progetti che prevedono la realizzazione e il potenziamento di servizi e infrastrutture culturali, interventi di tutela, valorizzazione e rigenerazione di beni culturali, realizzazione di infrastrutture culturale- turistica.

Il commento

Come amministrazione, riteniamo sia fondamentale, valorizzare e rigenerare anche i piccoli Borghi, che fungono da attrattori turistici e sono conservatori di beni culturali inestimabili; per questo motivo, abbiamo pensato di progettare degli interventi al Palazzo Baronale, sede di grandi iniziative che è fiore all’occhiello del nostro centro storico“- così fanno sapere da palazzo di città.

CONTINUA A LEGGERE

Roberta Foccillo

Da sempre appassionata di comunicazione, con una particolare passione per i video, conduco programmi tv e radio, amo scrivere e mi occupo di tutto quello che di interessante c'è nel mio amato Cilento.

Sostieni l'informazione indipendente