Droga da Napoli al Cilento: operazione dei carabinieri di Agropoli

Droga da Napoli al Cilento

Nelle prime ore della mattinata, i carabinieri della Compagnia di Agropoli, ad Agropoli, Castellabate e Napoli, con il supporto dei militari dell’Arma territorialmente competenti e delle unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Sarno, hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali.

Droga da Napoli al Cilento: le accuse

Il provvedimento è stato emesso dal GIP del Tribunale di Vallo della Lucania, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 14 indagati, ritenuti responsabili a vario titolo di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, rapina ed estorsione.

Le indagini

L’attività investigativa trae origine da un episodio di rapina commesso nel dicembre 2020 in Agropoli, dalle cui indagini è emersa l’esistenza di una consorteria criminale di cittadini italiani (tra cui figurano due donne) dediti alla vendita al dettaglio di sostanze stupefacenti del tipo hashish, cocaina, eroina, marijuana.

Le attività di spaccio

La droga era approvvigionata nell’hinterland partenopeo e cedute nelle piazze dei Comuni di Agropoli, Montccorice, Torchiara, Perdifumo, Castellabate, Salento, Omignano, Ascea, Centola, Castel San Lorenzo, Castellabate, Ascea e Casal Velino.

Gli episodi di rapina ed estorsione riguardavano l’imposizione violenta dei malviventi, diretta a ottenere la consegna di somme relative a debiti contratti per pregressi acquisiti di sostanza stupefacente.

Nel corso dell’attività investigativa, in cui sono stati tratti in arresto in flagranza 2 cittadini e segnalati all’autorità amministrativa 4 assuntori, veniva sequestrato un quantitativo di circa kg 5,2 tra cocaina, eroina, marijuana e hashish.

Le misure cautelari applicate sono così distinte: n.7 custodie in carcere, n.6 custodie domiciliari. n.1 obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Sostieni l'informazione indipendente