UNISA: ok a misure in favore degli studenti ucraini

Anche le università italiane si schierano a sostegno della pace in Ucraina.
L’emergenza in corso ha spinto numerosi enti, in pochissimo tempo, ad esprimere la propria solidarietà tramite donazioni e svariate iniziative. Ha ottenuto enorme risonanza, in ambito accademico, l’appello lanciato della CRUI, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, a favore dell’importanza della Pace e del Dialogo quali valori imprescindibili per la serena convivenza fra i popoli.

L’Università degli Studi di Salerno, anche in questa occasione, si è immediatamente interessata al benessere dei suoi studenti, aderendo all’appello e attuando misure concrete a sostegno della comunità studentesca. L’Ateneo ha previsto, dunque, “con D.R. Rep. n. 384/2022 del 28 febbraio 2022, l’esonero totale dalla terza rata del contributo onnicomprensivo annuale (a.a. 2021/22), per gli studenti e le studentesse di cittadinanza ucraina iscritti/e a corsi di laurea e di laurea magistrale presso l’Ateneo”.

Una misura efficace, condivisa anche da tante altre università italiane, che mira ad esprimere enorme solidarietá da parte della nostra nazione ed offre un sostegno davvero concreto in un momento di incredibile difficoltá.