Prodotti di carnevale non sicuri: maxi sequestro nel salernitano

La Guardia di Finanza di Salerno, in occasione del Carnevale, ha intensificato i controlli presso gli esercizi commerciali della provincia: nel mirino, la vendita di prodotti contraffatti, non sicuri e potenzialmente pericolosi per la salute degli acquirenti.

E proprio nell’ambito dei predetti interventi, le Fiamme Gialle della Compagnia di Scafati, dopo mirati sopralluoghi e approfondimenti investigativi, hanno individuato due gestori di origine asiatica che detenevano per la vendita numerosi capi d’abbigliamento per bambini contraffatti.

Le attività svolte dai Finanzieri hanno portato al sequestro di oltre 200 costumi e accessori di Carnevale riportanti noti marchi riconducibili a case cinematografiche di cartoni animati, ed al deferimento a questa Procura della Repubblica dei gestori per “introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi”.

L’attenzione della Guardia di Finanza è costantemente rivolta al contrasto del fenomeno della contraffazione, spesso espressione di attività criminali organizzate, per i danni che provoca nel mercato dei beni che penalizzano chi onestamente opera nella legalità.

Infatti, l’immissione in commercio di prodotti contraffatti, a prezzi altamente concorrenziali, determina effetti dannosi per il mercato legale, creando concorrenza sleale in un contesto economico già in difficoltà a causa anche dell’emergenza pandemica ancora in corso.

La ricaduta in termini finanziari non è però l’unica conseguenza generata dalla contraffazione che, soprattutto per la scarsa qualità delle materie prime utilizzate, presenta rischi in termini di salute e sicurezza per i consumatori finali.

CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Sostieni l'informazione indipendente