Rimozione posidonia ad Agropoli: approvato il progetto

Via libera al progetto per la rimozione della posidonia ad Agropoli. Si procederà anche al ripascimento della costa separando le alghe dalla sabbia

AGROPOLI. Via libera al progetto per la rimozione della posidonia ad Agropoli. Una buona notizia in vista della stagione estiva e che soprattutto permetterà di avviare la risoluzione di un problema annoso, ovvero quello degli accumuli delle alghe spiaggiate sul litorale della Marina e del Lido Azzurro che interessa la città da circa 15 anni.

Posidonia ad Agropoli: le criticità

Il Comune di Agropoli, per poter eseguire i lavori, ha ottenuto un finanziamento di 500mila euro dalla Regione Campania, insieme al Comune di Casal Velino. Una cifra esigua a fronte di cumuli ingenti accumulati nel tempo che hanno determinato il degrado di una porzione di costa agropolese.

A ciò si aggiunge una normativa poco chiara che limita le modalità di azione degli enti locali. Se fino a qualche anno fa, infatti, i comuni potevano anche smaltire nell’ambito agricolo la posidonia, oggi ciò non è più possibile.

Anche la re-immissione in mare ha molti limiti e comunque non è contemplata per gli ammassi accumulati negli anni in spiaggia.

La soluzione

Resta lo smaltimento in discarica o in centrali a biogas, ma con costi ingenti. Il Comune di Agropoli dovrebbe adottare proprio questa soluzione, ma prima procederà allo stoccaggio in un sito provvisorio.

I lavori dovrebbero partire in primavera e per l’estate almeno una delle due spiagge, tra la Marina e il Lido Azzurro, dovrebbe essere svuotate dalle alghe. Il progetto è stato redatto dal geologo Raffaele Rizzo. Porterà anche alla separazione della sabbia dalla posidonia in modo da garantire anche il ripascimento della costa.

Pulsante per tornare all'inizio