Dieta Mediterranea, Parco del Cilento aderisce a ‘Città dell’Olio’

Il Parco aderisce alla rete Città dell'Olio per costruire iniziative legate all'olio d'oliva, uno dei prodotti più pregiati del territorio

Con l’obiettivo di costruire iniziative divulgative e scientifiche legate all’olio d’oliva, tra i suoi prodotti più pregiati, il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni con delibera del Consiglio Direttivo aderisce all’Associazione Nazionale ‘Città dell’Olio’.

“Grazie al suo valore scientifico l’olio d’oliva è uno dei prodotti di maggiore pregio  del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni. Capitano della Dieta Mediterranea, dichiarata patrimonio immateriale UNESCO,  il nostro olio d’oliva ha un impatto particolarmente favorevole sulla salute per la notevole quantità di antiossidanti e per l’eccellente qualità nutrizionale”.

Lo ha dichiarato Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.

“ L’obiettivo – ha continuato Pellegrino – è quello di tutelare e di sostenere le produzioni di altissima qualità di cui il nostro Territorio è particolarmente ricco.  Vogliamo, inoltre, promuovere la conoscenza dei territori a vocazione olivicola come la nostra Area protetta e costruire le giuste sinergie con altre ‘Città dell’olio’ attraverso l’interazione di  esperienze diverse,  per un proficuo  scambio di buone pratiche. Attraverso la stretta interazione con L’Associazione Nazionale ‘Cittá dell’Olio’, l’Ente Parco si inserisce nell’ambito delle strategie finalizzate alla valorizzazione territoriale dei suoi prodotti , tra questi l’olio d’oliva con il coinvolgimento dei produttori del Territorio ha un ruolo di particolare centralità”, ha concluso il Presidente Pellegrino.

CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Sostieni l'informazione indipendente