Caccia in Campania: consiglieri della Lega chiedono modifica al calendario

I consiglieri regionali del Gruppo Lega Gianpiero Zinzi, Severino Nappi e Attilio Pierro hanno presentato richiesta all’assessore regionale con delega alla Caccia Nicola Caputo di modifica al calendario per le attività venatorie 2021-2022. La Legge 11 febbraio 1992, n. 157 recante: “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio” disciplina, infatti,  l’esercizio della caccia, dando facoltà alle Regioni di apportare modifiche al Calendario venatorio.

Con Delibera della Giunta Regionale n. 297 del 07/07/2021, la Regione Campania ha approvato il Calendario ponendo limitazioni al prelievo di alcune specie di volatili che, in altre Regioni come la Basilicata, vengono accorpate in un unico periodo di caccia.

“Nello specifico facciamo riferimento alla specie beccaccia che, a differenza di tordo bottaccio, tordo sassello e cesena, può essere cacciata fino al 20 gennaio 2022”, scrivono i consiglieri.

Pertanto, la Lega ha richiesto di consentire il prelievo di 1 capo giornaliero di beccaccia (dal 21/01/2022 al 31/01/2022) e per un massimo di venti capi annui (dal 2/10/2021 al 31/01/2022).

CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Sostieni l'informazione indipendente