Stabilizzazione del personale a Pisciotta, minoranza: “si ritiri il provvedimento”

Contestazioni della minoranza per il provvedimento da parte del Comune per la stabilizzazione di personale

Stabilizzazione del personale precario per incrementare il numero degli agenti di Polizia locale. E’ l’iniziativa dell’amministrazione comunale di Pisciotta, retta dal sindaco Ettore Liguori. L’esecutivo nei giorni scorsi, vista anche la carenza di organico, ha proposto la copertura di un posto di categoria C presso l’area di Polizia Municipale. Una scelta contestata per metodo dal gruppo di minoranza “Una Mano per Pisciotta”, che chiedeva tra l’altro un maggiore confronto prima di porre in essere una simile iniziativa.

Ma anche dal punto di visto formale vengono mosse delle contestazioni: «l’avviso per la stabilizzazione del personale richiama una delibera ritenuta “falsata”» accusa il consigliere Aniello Marsicano, in quanto presenterebbe un errore nel richiamo legislativo e avrebbe un ulteriore difetto relativo ai tempi di pubblicazione che risulterebbero inferiori a quelli richiesti.

Di qui l’appello da parte del capogruppo, Aniello Marsicano, ad una revoca in autotutela al fine «di evitare possibili azioni giudiziarie che vedrebbero l’Ente quasi sicuramente soccombente con il rischio di danno erariale e con il rischio di sprecare la possibilità di stabilizzare un valente giovane».

«A nostro avviso il ragionamento migliore e legale da fare era quello di pubblica un avviso di ricognizione del personale in possesso dei requisiti e se autoctono ancora meglio», la proposta della minoranza.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.