Coppa Italia: la Salernitana eliminata dal Genoa

Decisivo il gol di Ekuban nella ripresa

Al Ferraris si affrontavano questa sera due formazioni che volevano mettersi alle spalle le delusioni delle recenti giornate di campionato: il Genoa di Andriy Shevchenko e la Salernitana di Colantuono per i sedicesimi di coppa Italia. La vincente affronterà negli ottavi il Milan. Nel turno precedente giocato nel periodo ferragostano i granata avevano eliminato la Reggina, i grifoni il Perugia. Turnover iniziale per entrambe le squadre che si schieravano con il 3-5-2. Nella Salernitana debutto stagionale per il portiere Fiorillo, per lui una sorta di derby essendo un ex Sampdoria : Delli Carri, Gagliolo e Bogdan componevano il pacchetto arretrato. Kechrida e Jaroszynski gli esterni alti, Schiavone, capitan Di Tacchio e Kastanos in mezzo, davanti la coppia Vergani- Djuric. Una formazione quasi obbligata viste anche le tante assenze dei granata: da Capezzi a Mamadou Coulibaly, passando per Strandberg, Veseli e Zortea. Turno di riposo per Ribery. Nel Genoa, Destro recuperava dall’infortunio e partiva titolare in attacco facendo coppia con Ekuban. In porta Semper, difensori Biraschi, Bani e Vazquez. In mezzo Sabelli, Portanova, Hernani, Galdames e Cambiaso. Out i due ex laziali Caicedo e Fares, oltre a Rovella: per lui il 2021 è finito, appuntamento a gennaio. Arbitrava l’incontro il signor Serra di Torino.

Genoa (3-5-2): Semper; Biraschi, Bani, Vasquez; Sabelli, Portanova (60’Kallon), Hernani (89′ Tourè), Galdames, Cambiaso (46′ Ghiglione); Ekuban, Destro (60′ Melegoni).  A disposizione: Andrenacci, Sirigu, Vanheusden, Criscito, Masiello, Cassata, Melegoni, Behrami, Ghiglione, Pandev, Kallon, Tourè. All. Shevchenko

SALERNITANA (3-5-2): Fiorillo; Delli Carri, Gagliolo, Bogdan (83′ Gyomber); Kechrida, Schiavone (65′ Obi), Di Tacchio, Kastanos (75′ Coulibaly L.) , Jaroszynski; Vergani (65′ Simy), Djuric (84’Gondo). A disposizione: Belec, Guerrieri, Ranieri, Gyomber, Motoc, Coulibaly, Obi, Kalombo, Russo, Simy, Gondo. Cannavale. All. Colantuono

Marcatori: 76′ Ekuban

Ammoniti: Schiavone (S), Colantuono (S), Galdames (G), Vazquez (G) Vergani (S), Di Tacchio (S)

Arbitro: SERRA (Torino)

Assitenti: MORO – GUALTIERI C.
IV: MAGGIONI
VAR: DI PAOLO
AVAR: GALETTO

La cronaca del match: al 7′ gran sgroppata di Cambiaso, dalla parte opposta arriva Portanova, destro a botta sicura, ma Bogdan si trova sulla traiettoria e respinge. Al 20′, sempre da un’iniziativa del classe 2000 sulla sinistra andando via a Kechrida, colpo di testa di Destro che stacca bene in area, bravo Fiorillo a farsi trovare pronto. A cavallo tra il minuto 36 e 38 la Salernitana inizia a farsi vedere dalle parti del Genoa. Il primo squillo è un tiro debole di Gagliolo, ma l’azione successiva mette davvero i brividi alla difesa avversaria. Provvidenziale Semper sui due colpi di testa di Djuric dopo un bel lancio di Jaroszynski, in precedenza il portiere ex Chievo era stato attento sulla conclusione di Kastanos. Il cipriota ci prova al volo anche nello scadere di una prima frazione che termina a reti inviolate. Ritmi non altissimi nei primi 45′ con i granata in crescendo dal 30′.

Secondo tempo: erroraccio di Schiavone in uscita al 52′, Si apre uno spazio per Ekuban, ma non riesce a dare precisione al suo destro. 55′: Semper si oppone ad un conclusione dal limite di Di Tacchio, deviandola in corner. Al 67′ tiro a giro di Melegoni, subentrato a Destro, conclusione poco potente, attento Fiorillo. 70′: passaggio sbagliato di Semper e rasoiata debole di Delli Carri deviata però in corner. Al minuto 76 il Genoa va in vantaggio. Imbucata di Ekuban alle spalle di Gagliolo e Bogdan, scambio con Kallon che centra nuovamente per il ghanese che salta di testa, decisiva la sfortunata deviazione di mano ad opera di Di Tacchio. 79′: ci prova Jaro, attento Semper, azione simile un minuto dopo a parti invertite, piazzato centrale di Ekuban. Nel finale la Salernitana inserisce Simy e Gondo, ma non riesce a creare occasioni degne di nota. A passare il turno è dunque la squadra rossoblu, in una gara tutt’altro che spettacolare, ma per i granata la partita fondamentale si giocherà in queste ore, dove sono attese novità dai trustee sul fronte societario. Venerdì la Salernitana si ritufferà nel campionato, ospitando la capolista Inter all’ Arechi.

CONTINUA A LEGGERE

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.

Sostieni l'informazione indipendente