San Giovanni a Piro in campo contro la pena di morte

Comune aderisce alla giornata contro la pena di morte e ricorda le donne che rischiano o hanno ricevuto la condanna

SAN GIOVANNI A PIRO. Nella giornata internazionale contro la pena di morte i campanili si illumineranno di rosso. E’ l’iniziativa del comune di San Giovanni a Piro che ha deciso di aderire anche per il 2021 alla “Giornata Internazionale Cities For Life – Città per la vita – Città contro la pena di morte” in programma per il 30 novembre.

Al calare della luce, quindi i campanili delle chiese saranno illuminati con una particolare luce rossa. 

Ma non finisce qui: l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Ferdinando Palazzo, ha voluto fare una dedica particolare.

La Giornata mondiale contro la pena di morte 2021 sarà infatti in ricordo delle donne che rischiano di essere condannate a morte, che hanno ricevuto una condanna a morte, che sono state messe a morte e donne a cui è stata commutata, scagionata o graziata la propria condanna a morte.

“A queste donne, pregiudizi e discriminazioni – associati all’identità, età, orientamento sessuale, disabilità e razza – o l’essere oggetto di violenze e abusi di genere, potrebbero giocare un ruolo decisivo e rappresentare fattori attenuanti, eppure spesso non vengono presi in considerazione durante l’arresto e il processo”, ricordano da palazzo di città.

L’Ente, a tal proposito, ha organizzato anche una mostra fotografica itinerante intitolata “Ri-scatti di donna” con inizio dal 25 al 30 novembre 2021 in condivisione con i Comuni di Santa Marina, Torre Orsaia, Vibonati e Camerota;

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.