Agropoli, appello dei cittadini: «Più manutenzione e decoro della città»

I cittadini chiedono più interventi di manutenzione della città e una maggiore attenzione al decoro del centro e delle periferie

AGROPOLI. Pochi interventi di manutenzione, talvolta eseguiti soltanto parzialmente o in tempi infinitamente lunghi. E’ questa la critica che viene rivolta all’amministrazione comunale e alla società partecipata Agropoli Cilento Servizi. Dopo i dieci anni di amministrazione Alfieri in cui si è puntato principalmente alla realizzazione di opere pubbliche, al sindaco Adamo Coppola si chiedeva di garantire manutenzione e decoro di aree ed edifici pubblici. Eppure ciò non sempre è avvenuto.

Con questa nuova squadra di governo cittadino si è registrato l’azzeramento delle cooperative operanti in città, un dato favorevole se si pensa a quanto sta accadendo a Salerno. Ma ciò ha determinato anche una drastica diminuzione di personale deputato alla manutenzione del territorio. L’Agropoli Cilento Servizi pure è venuta meno rispetto al passato, travolta da inchieste, beghe interni e da conflitti politici che hanno fatto venire meno l’unità di intenti.

Il risultato sono le critiche che ormai da tempo vengono rivolte all’Ente.
«La potatura degli alberi è iniziata e non è stata portata a termine, così l’annunciata sistemazione di via Pio X, la segnaletica stradale, la pulizia del Testene e degli altri corsi d’acqua, interventi di sfalcio dell’erba», denuncia un cittadino. Il problema si nota anche sulle strutture pubbliche: «Il Parco pubblico è in stato di abbandono, è stato annunciato un progetto e speriamo venga realizzato presto. Ma sarebbero necessari più controlli. Negli anni scorsi un dipendente dell’Agropoli Cilento Servizi era deputato proprio al Parco, oggi è lasciato all’incuria», osserva un residente del centro.

Le polemiche sono molteplici; nei giorni scorsi critiche erano state lanciate anche dai residenti del centro storico relativamente allo stato del parcheggio del castello, dove erano presenti buche e avvallamenti. Qui sono già in corso dei lavori affidati ad una ditta esterna che sta provvedendo non solo a sistemare l’area sterrata ma anche ad ulteriori opere per la regimentazione delle acque piovane che invadevano le proprietà private determinando non pochi danni.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Sergio Pinto

Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.