Roccadaspide, caos sul centro vaccinale: Iuliano scrive all’Asl

Il centro vaccinale rischia di essere sospeso. È quanto emerso nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Per questo il sindaco di Roccadaspide, Gabriele Giuliano, ha inviato una nota ai vertici dell’Asl. Questo il contenuto:
Gentilissimi Signori Direttori,

con la presente mi vedo costretto – mio malgrado – a portarvi a conoscenza di un fatto gravissimo che si è verificato nel corso della celebrazione Il centro vaccinale rischia di essere sospeso. E quanto emerso nel corso dell’ultimo consiglio comunale.per questo il sindaco di Roccadaspide Gabriele Giuliano ha inviato una nota ai vertici dell’Asl.questo il contenuto:del consiglio comunale di Roccadaspide tenutosi ieri sera5 novembre, allorquando il Dott. Giuseppe De Matteis, consigliere comunale di minoranza in carica, da Voi nominato Responsabile del Centro Vaccinale di Roccadaspide, all’inizio dei lavori consiliari, pur essendo in discussione altro argomento, segnatamente della criticità del P.O. di Roccadaspide in relazione alla fuoriuscita di personale medico senza compensazione in entrata (argomento richiesto proprio dal gruppo consiliare di minoranza), deviando dall’argomento in corso di discussione – e verosimilmente al solo fine di mettere in atto una speculazione politica a danno dell’Amministrazione comunale e del Sindaco, considerato appunto il suo ruolo di consigliere comunale di minoranza – ha divulgato e diffuso una notizia assolutamente falsa e clamorosa sul centro vaccinale di Roccadaspide, affermando che a causa dello smantellamento del centro (Sic!), IL SERVIZIO DI VACCINAZIONE DOVRA’ ESSERE SOSPESO!. 

Testualmente ha dichiarato: “Dovrò purtroppo avvisare la cittadinanza che da lunedì al momento il servizio vaccinazione è sospeso.

Più specificatamente, il tenore letterale e testuale della sua dichiarazione è stato il seguente: “…sicuramente abbiamo assistito ad una pulizia piuttosto grave, una serie di medici sono andati via dall’ospedale ma soprattutto, e purtroppo, la notizia è di oggi, è stataripulita anche l’unità vaccinale di tutti gli assembramenti interni che ci consentivano di fare le vaccinazioni. A me personalmente, non dico nulla, non so la causa di tutto ciò, dico solo siamo in piena pandemia i contagi stanno aumentando ci troviamo in una situazione veramente critica, il Sindaco, ammetto, da un anno a questa parte una grande attenzione all’unità vaccinale è stato il primo a proporre a livello vaccinale il metodo spok per Roccadaspide e se ne è fatto portavoce, i miei complimenti per tutto il lavoro svolto fino ad adessoPurtroppo, nella giornata di oggi sono arrivato e ho trovato l’unità vaccinale completamente ripulita sia dei gazebi esterni che dell’area internaNon so, vogliono togliere l’unità vaccinale, non so il motivoma c’è anche l’area tamponi. L’area tamponi meritava di quel gazebo. In piena pioggia il gazebo dell’area tamponi che non è di mia pertinenza essendo Responsabile solo dell’area vaccinale è stato tolto anche quello. Personalmente in una situazione così grave di emergenza non ho capito il motivo per cui questo è stato fatto. Dovrò purtroppo avvisare la cittadinanza che da lunedì al momento il servizio vaccinazione è sospeso.

Un’affermazione gravissima e che ha procurato grandissimo allarme sociale tra la popolazione, che conseguenzialmente ha inondato il sottoscritto di decine e decine di telefonate nelle sole poche ore trascorse dalla chiusura dei lavori consiliari.

Un’affermazione che si fonda su un fatto (quello dello smantellamento delle attrezzature) che è assolutamente falso, tanto più quando si vorrebbe fare intendere che sia stata una iniziativa dell’Amministrazione comunale, atteso che la ditta che era stata incaricata dal comune di Roccadaspide (che si era fatto carico di tutti i costi) di attrezzare il centro vaccinale (inizialmente allocato su Viale degli Ulivi) è stata dallo stesso Dott. De Matteis notiziata, a seguito di richiesta sul da farsi proprio della ditta stessa, della possibilità di smontare le attrezzature (gazebo), atteso che l’unità vaccinale nel periodo estivo era stata trasferita all’interno del P.O. di Roccadaspide, precisamente nell’ala dell’ex pronto soccorso, dove le vaccinazioni sono state effettuate fino ad oggi.

Una cosa inaudita, quindi, che ha sconcertato tutti. 

Una falsità e una mistificazione politica che nulla può e deve avere a che vedere con le attività sanitarie di vaccinazione in corso, ma che il Dott. De Matteis ha voluto strumentalmente utilizzare, dimenticando il delicato ruolo ricoperto e soprattutto alimentando una notizia falsa per mera speculazione politica. 

Un fatto gravissimo, inammissibile e che in quanto tale chiedo venga prontamente indagato ed accertato nell’ambito delle Vs. competenze, affinché venga fatta chiarezza sul comportamento di un medico-politico, nominato Responsabile del centro vaccinale, il quale arriva ad utilizzare il centro, le attività sanitarie di vaccinazione in corso e la sua funzione di responsabile per fare azione di strumentalizzazione politica di bassissima lena.

Ritengo inoltre che le affermazioni del Dott. De Matteis siano oltremodo gravissime in un momento in cui la popolazione è particolarmente confusa circa i tempi e le modalità di esecuzione della terza dose di vaccino, ma soprattutto che sia devastante sul piano comunicativo rispetto alle attività di vaccinazione in atto, che in questo delicato momento storico risultano particolarmente necessarie per consentire di completare il ciclo di copertura per tutta la popolazione che ha già eseguito le due dosi.

E’ inutile evidenziarVi, essendo fatto a Voi ben noto, che il centro vaccinale di Roccadaspide, di concerto con la Direttrice del Distretto Sanitario, il Direttore Generale dell’Asl e il Responsabile del Centro Vaccinale HUB di Battipaglia, è stato allestito interamente dal Comune di Roccadaspide che ha curato ogni aspetto della organizzazione strutturale, caricandosi di tutti i costi, assicurando personale amministrativo per le attività di accettazione, personale della Protezione civile per la gestione dei flussi, provenienti peraltro anche da comuni delle aree interne, personale del comando VV.UU. per la sicurezza, volontari etc. etc..

Un lavoro che è stato avviato di concerto circa un anno fa e che è stato fatto con grandissimo senso di responsabilità, attenzione e cura, chiaramente in una logica di totale cooperazione e di collaborazione con gli Enti sanitari competenti, in un momento emergenziale che ha segnato tutti, ma che al tempo stesso ha visto determinarsi sinergie e momenti di grandissima coesione e solidarietà istituzionale, svolgendo tutti la propria parte per dare risposte immediate alla cittadinanza e garantire il fondamentale e necessario servizio di vaccinazione,indispensabile per uscire dalla crisi pandemica in atto. Un lavoro che questa Amministrazione intende continuare a svolgere nello stesso spirito e con la stessa collaborazione fin qui offerta, come sempre è stato e come voi ben sapete.

Sicché, la strumentalizzazione messa in atto dal dott. Giuseppe De Matteis, nei plurimi ruoli ricoperti, di medico, di responsabile del centro vaccinale, di politico, è davvero inaccettabile e il procurato allarme che la sua affermazione – resa pubblicamente in diretta streaming nel corso del consiglio comunale debordando completamente dalle sue competenze e dalla sua funzione, assumendosi prerogative e licenze che ritengo non gli competano minimamente – ha determinato nella popolazione ritengo debba essere prontamente smentita e ufficialmente rassicurata la popolazione circa il fatto che le attività di vaccinazione non saranno sospese come sprovvedutamente ha affermato il dott. De Matteis fuori da ogni sua competenza, ma che al contrario continueranno ad essere svolte regolarmente come fin qui è stato fatto. 

Si chiede, inoltre, l’adozione di ogni provvedimento utile e necessario a tutelare il centro vaccinale di Roccadaspide e tutti i soggetti che vi operano, rispetto ad un fatto increscioso quanto inammissibile ed innanzi esposto.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.